Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Prevenire con il giusto riposo

di
Pubblicato il: 04-08-2009

In ambito onclogico è importante prima di tutto condurre uno stile di vita sano, che risponda in maniera adeguata alle necessità del nostro corpo. Il riposo ha quindi un valore prezioso

Sanihelp.it - Trascorriamo un terzo della vita dormendo. Le ore della nostra vita che quindi dedichiamo al sonno sono di fondamentale importanza e occorre amministrarle nel migliore dei modi. Le ore di riposo e la qualità del sonno sono caratteristiche soggettive, che cambiano da persona a persona e che risentono dell’influsso di fattori ambientali e sociali. Chi è per esempio impegnato in attività stressanti o di grande responsabilità è maggiormente esposto a un disturbo del sonno. Dormire poche ore, di per sé, non è un vero problema: ciascuno dorme in base alle sue necessità. Ma, se si dorme meno del necessario, con il passare del tempo questo potrà influenzare l’umore e soprattutto il benessere.
Il materasso e il cuscino possono giocare un certo ruolo in termini di comfort, ma i fattori più importanti per un sonno buono ristoratore dipendono da sane abitudini.

Ecco qualche suggerimento per migliorare il riposo:
1. Fissare degli orari da dedicare al riposo, non dormire quando si può.
2. Andare a letto solo quando si è assonnati e aiutarsi a prendere sonno con una buona lettura.
3. Se non si riesce a dormire, non rimanere a letto: meglio alzarsi e dedicarsi ad attività rilassanti.
4. Se si è costretti a cenare tardi, meglio un pasto leggero per evitare problemi di digestione.
5. Dormire in un letto comodo, pulito; proteggere la camera da letto da rumori e assicurarsi una temperatura ambiente adeguata.
6. Evitare tè, caffé e alcolici prima di coricarsi.
7. Fare attività fisica durante il giorno, soprattutto di pomeriggio: una breve passeggiata può essere sufficiente.
8. Cercare di rilassarsi il più possibile prima di andare a letto. Se si è in difficoltà, ecco un semplice esercizio di rilassamento.

Durante l’esercizio si rilasserà progressivamente ogni parte del corpo, cominciando dalle dita dei piedi fino al viso.
• Allentate ciò che portate addosso di stretto, toglietevi le scarpe, sdraiatevi e chiudete gli occhi.
• Piegate le dita dei piedi e contraetele vigorosamente; contate mentalmente fino a cinque e poi rilassate.
• Contraete i muscoli dei polpacci; contate lentamente fino a cinque, poi rilassateli.
• Premete il cavo del ginocchio contro il letto fino a sentire la tensione nelle natiche; contate fino a cinque e poi rilassate.
• Tirate indietro l’addome contando fino a cinque, poi rilassatelo.
• Contraete i muscoli del torace premendo tra loro il palmo della mano destra contro quello della sinistra; contate fino a cinque, poi rilassateli.

• Tirate indietro le spalle il più possibile; contate fino a cinque, poi rilassatele.
• Chinate il capo in avanti fino a premere il mento contro il torace; poi premete il collo e la testa contro la schiena; contate fino a cinque e poi rilassateli.
• Contraete i muscoli del viso il più possibile come a fare tante smorfie; contate fino a cinque e poi rilassate.

Rimanete con gli occhi chiusi, apprezzate le sensazioni che dà il corpo: distensione, pesantezza, calore. Sentirete a fondo il rilassamento. Al termine dell’esercizio non alzatevi velocemente, rimanete distesi ancora un po’ e, prima di alzarvi, flettete le braccia e le gambe, e respirate profondamente.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
LILT

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti