Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il Metodo Tisanoreica

Le tre fasi della Tisanoreica

di
Pubblicato il: 08-09-2009

Prima si dimagrisce e si ripulisce il fegato, poi si abitua il fisico al nuovo regime e infine si fa una dieta di mantenimento. E se si sgarra, c'è la Tisanoreica del giorno dopo.

Sanihelp.it - Il programma Tisanoreica si sviluppa in tre fasi.

Prima fase - Tisanoreica intensiva. Serve a mettere a riposo il pancreas, sovraccaricato dalla dieta moderna troppo ricca di carboidrati raffinati (zucchero, pane bianco, pasta).
Durante questa fase vengono sospesi quasi completamente gli zuccheri, l’alcol e i grassi. In questo modo l’organismo sarà costretto, dopo aver bruciato gli zuccheri immagazzinati nel fegato e nei muscoli (glicogeno), a ricorrere alle proprie riserve, i grassi corporei, attraverso un meccanismo chiamato chetosi.

Durante questo periodo si possono mangiare solo gli Alimenti Tisanoreica (Pietanze ed Estratti), la carne, il pesce e le verdure preferibilmente verdi. In questa fase è importante non introdurre per nessun motivo né zuccheri né alcol, che causerebbero l’arresto immediato della chetosi.

Seconda fase – Tisanoreica di stabilizzazione. Se nella fase intensiva si ha il grosso del dimagrimento, quella di stabilizzazione serve a far capire all’organismo che questo è il nuovo peso corporeo.
Vengono reintrodotti gradualmente i carboidrati a basso indice glicemico e i grassi, facendo ripartire dolcemente il pancreas dopo il periodo di riposo. Vanno invece evitati alimenti ad alto indice glicemico, primi fra tutti l’alcol e lo zucchero.

Terza fase: Tisanoreica di mantenimento. In questa fase si torna alla dieta equilibrata, che richiede il calcolo delle calorie necessarie alla persona per mantenere il peso raggiunto. Essa punta non solo alla quantità ma anche alla qualità delle calorie introdotte.

Le prime due fasi hanno uguale durata, che dipende dal peso che si vuole perdere.

Per quanto riguarda la terza, è stata concepita come una dieta per la vita (associata all’attività fisica), ma non si escludono eventuali sgarri. Ma Mech ha pensato proprio a tutto, elaborando un trucco d’emergenza, la Tisanoreica del giorno dopo, per rimediare a eccessi occasionali, come feste, cene, ecc.

In pratica, dopo un pasto abbondante, si può riparare adottando, nei tre pasti successivi, il regime della fase intensiva. Infatti, poiché i grassi, per fissarsi, necessitano di zuccheri ( che stimolano l’insulina che fa entrare i grassi nelle cellule adipose), non introducendone il giorno successivo non daremo loro alcuna possibilità di appesantire la nostra linea.

Attenzione però: questo trucco si può usare una volta sola e solo dopo aver terminato le prime due fasi!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
G.Mech, Il Metodo Tisanoreica, Tecniche Nuove

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti