Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malaria: nuova cura potrebbe prevenire sei milioni di casi

di
Pubblicato il: 21-09-2009
Sanihelp.it - Un terzo dei casi di malaria infantile registrati in Africa potrebbero essere evitati grazie all’uso di uno strumento sicuro, semplice ed economico, denominato Trattamento Preventivo Intermittente della malaria in Età infantile (IPTi), grazie all’associazione farmacologica sulfadossina-pirimetamina (SP) che può essere somministrata contemporaneamente ai programmi di vaccinazione per l’infanzia già in essere.

I risultati di una meta-analisi in cui sono stati presi in esame i dati di sei studi clinici condotti in Africa su questa misura di controllo antimalarico già raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sono stati pubblicati on line su The Lancet. Esperti ricercatori hanno affermato che se l’uso dell’IPTi-SP si diffondesse anche ad altri paesi africani, sarebbe possibile prevenire sei milioni di casi di malaria ogni anno nelle categorie maggiormente a rischio.
Lo studio ha preso in analisi i dati di 8.000 bambini in quattro paesi africani su un periodo di nove anni, tra il 1999 e il 2008.

Uno studio condotto separatamente in Tanzania del Nord ha dimostrato che in aree di elevata resistenza ai farmaci, l’IPTi associato a SP non è efficace e pertanto devono essere usati farmaci antimalarici alternativi. Si è osservato che la meflochina, farmaco long-acting, riduce del 38% l’incidenza delle forme cliniche di malaria nei bambini nel primo anno di vita.

È importante dunque che si acceleri la ricerca per sviluppare nuovi farmaci da usare con l’IPTi in differenti contesti e diverse circostanze, specialmente in aree in cui la resistenza al parassita rappresenta un problema.

La malaria rappresenta in Africa un importante problema di sanità pubblica che interessa soprattutto le fasce di età più giovani e le categorie più vulnerabili. L’86% dei 247 milioni di casi di malaria accertati nel mondo nel 2006 si è verificato in Africa. I bambini africani sono maggiormente a rischio di contrarre le forme più gravi di malaria; ogni 30 secondi un bambino africano muore di malaria.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Consorzio IPTi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti