Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Test precoci di gravidanza: sono affidabili?

di
Pubblicato il: 05-02-2001

Alcuni ricercatori hanno scoperto che l'esecuzione di un test di gravidanza “domestico”pochi giorni dopo un ciclo mancato potrebbe avere un risultato falsamente negativo.

Sanihelp.it - NEW YORK
Alcuni ricercatori consigliano alle donne di attendere da 7 a 10 giorni dopo la mancata comparsa del ciclo prima di effettuare un test casalingo di gravidanza. Test eseguiti precocemente potrebbero dare falsi risultati in circa il 10% dei casi.

Per questo studio non è stato utilizzato un test «casalingo«specifico ma lo stesso rilevatore di traccia ormonale che è contenuto nei test. Questa metodica è ancora più sensibile rispetto ai kit in libera vendita.quindi un utilizzo precoce di questi test potrebbe non rilevare una gravidanza.

Questi dati però non stanno a significare che i test domestici siano generalmente inaffidabili, aggiunge l’autore della ricerca in un’intervista.

«I kit casalinghi hanno un buon standard qualitativo» conferma il Dott. Allen J. Wilcox del National Institute of Environmental Health Sciences a Durham, North Carolina.

Il vero problema, prosegue Wilcox, consiste nel fatto che molti prodotti dichiarano un’efficacia sin dal primo giorno di ritardo del ciclo mestruale cosa che, secondo l’ indagine, è un lasso di tempo troppo breve per avere risposte precise.

Studiando più di 200 donne in età compresa tra i 21 e i 42 anni, i ricercatori hanno scoperto che il 10% delle gravidanze non sarebbero state rilevate se le donne avessero fatto affidamento su un test effettuato il primo giorno dopo la mancanza di ciclo mestruale. Questo succede perché, in questi casi, l’embrione non si è ancora impiantato nell’utero.

Il tempo impiegato da un embrione per impiantarsi a livello uterino varia da donna a donna, spiega Wilcox. Ne deriva che alcune donne possono ricevere risultati corretti dai test eseguiti il primo giorno di ritardo del ciclo mentre altre dovrebbero attendere più a lungo. Il pericolo derivante da un test falsamente negativo, fanno notare i medici, è che le donne potrebbero non evitare di assumere farmaci controindicati in gravidanza oppure di esporsi a radiazioni (ad es. per radiografie) o ad agenti chimici(magari sul posto di lavoro) dannosi durante la gravidanza.

«Questa sicurezza infondata di non essere in gravidanza può avere conseguenze importanti» scrivono nel numero di Ottobre della rivista The Journal of the American Medical Association.
Wilcox suggerisce alle donne di aspettare da 7 a 10 giorni dopo il mancato ciclo mestruale per effettuare un test di libera vendita. In caso di responso negativo, ma senza ricomparsa di mestruazioni, è consigliabile eseguire nuovamente il test. In alternativa è possibile effettuare un esame del sangue per la ricerca del Beta-HCG che è sicuramente più affidabile di un esame delle urine.

La causa più comune di mancanza di ciclo mestruale è sicuramente la gravidanza ma sono importanti anche altre cause. Le pillole anticoncezionali, un eccesso di esercizio fisico e un ridotto peso corporeo possono influire sulla regolarità del ciclo. Altri fattori da segnalare sono l’allattamento, l’uso di alcuni farmaci ed una menopausa iniziale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti