Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diabesità: basterà un'iniezione alla settimana

di
Pubblicato il: 07-10-2009
Sanihelp.it - Per le persone con diabete si allontana il timore di dover vivere con la quotidiana ansia delle iniezioni giornaliere. Secondo quanto annunciato in occasione del 45° Congresso dell’European Association for the Study of Diabetes (EASD) di Vienna, infatti, sono ormai evidenti i vantaggi ottenuti in termini di controllo glicemico e sicurezza da exenatide a lento rilascio, il trattamento della classe degli incretino-mimetici da somministrare una volta a settimana.

Confermata, inoltre, in tutti i lavori relativi a questa nuova formulazione disponibile in futuro in Italia, la decisa perdita di peso corporeo che permetterà di dare un taglio netto al binomio diabete-obesità.

Duration, una serie di lavori della durata di 26 settimane destinati a valutare la superiorità di exenatide monosettimanale rispetto ad altri farmaci antidiabetici, ha dato risultati positivi.
In uno studio exenatide monosettimanale si è dimostrata superiore a Insulina Glargine: entrambi i bracci di trattamento hanno iniziato con un livello di HbA1c (indicatore del livello glicemico) al basale pari all'8,3%, ma exenatide monosettimanale ha riportato una riduzione dell'HbA1c significativamente maggiore dal punto di vista statistico, che si è accompagnata a una riduzione piuttosto che un aumento del peso corporeo e a un minor numero di episodi di ipoglicemia.

In un altro studio è stato dimostrato come il trattamento monosettimanale abbia permesso di ottenere significative riduzioni dell’HbA1c pari all'1,7% e della glicemia a digiuno (FPG) pari a 2,22 mmol/L. Il 65% dei pazienti ha ottenuto un livello di HbA1c pari o inferiore al 7%. Un livello di HbA1c inferiore al 7% rappresenta l'obiettivo del controllo glicemico in base alle raccomandazioni dell'American Diabetes Association.

Il peso corporeo si è significativamente ridotto, con una perdita ponderale dei pazienti pari a una media di 2,6 chilogrammi. Si è osservato un miglioramento significativo del profilo lipidico e si è registrata una riduzione significativa della pressione sistolica (SBP).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
45° Congresso dell’European Association for the Study of Diabetes (EASD)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti