Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Buona sanità: sì agli ingegneri in camice bianco

di
Pubblicato il: 03-11-2009
Sanihelp.it - L’introduzione negli ospedali di un Direttore delle Tecnologie che possa garantire una gestione sicura, economica e appropriata del patrimonio tecnologico durante l’intero ciclo di vita delle apparecchiature biomedicali rappresenta una garanzia per la sicurezza dei pazienti, un importante impulso alla modernizzazione delle dotazioni diagnostiche e terapeutiche, nonché un’arma efficace per l’ottimizzazione delle risorse economiche del Servizio Sanitario Nazionale.

Una proposta da anni portata avanti con determinazione dall’Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AIIC) e che ora trova nel Governo, attraverso le parole espresse recentemente dal Vice Ministro alla Salute Ferruccio FAZIO, un importante riconoscimento.

Il Direttore delle Tecnologie garantirebbe la gestione delle tecnologie sanitarie coordinando correttamente i rapporti con le industrie produttrici di dispositivi medici per la manutenzione e la valutazione dell’efficienza delle apparecchiature biomedicali per renderle sempre più al servizio delle esigenze cliniche dei pazienti.

Secondo l'ingnegner Pietro Derrico, Presidente di AIIC e Responsabile del Servizio di Ingegneria Clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, tale riconoscimento evidenzia come alla gestione delle tecnologie venga data una importanza strategica sia in funzione della miglior efficienza delle attività sanitarie che della modernizzazione e innovazione del Servizio Sanitario Nazionale.

A complemento di tale iniziativa del Governo l'AICC auspica che le Istituzioni centrali e regionali possano quanto prima sostenere il percorso di riconoscimento istituzionale dell'Ingegnere Clinico, figura professionale unica in sanità e che opera anche in Italia da oltre 30 anni.

Tale nuova professione, infatti, caratterizzata da conoscenze cliniche e tecnico-gestionali con formazione accademica in Ingegneria Biomedica e specializzazione in Ingegneria Clinica,  risulta indispensabile non solo in tema di sicurezza del paziente per il contenimento del rischio tecnologico ma anche per contribuire, unitamente alle altre figure tecniche e professioni sanitarie, alla qualità e all’appropriatezza delle cure, all’interno dell'esigenza di razionalizzazione delle risorse economiche investite nella sanità pubblica e privata.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AIIC)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti