Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dermatite atopica: in autunno peggiora, ma ci sono novità

di
Pubblicato il: 05-11-2009
Sanihelp.it - Per quanti soffrono di dermatite atopica, l’autunno è la stagione della riacutizzazione. Questa malattia cronica, infatti, è caratterizzata dall’alternanza di fasi acute (riacutizzazioni o esacerbazioni), in cui aree più o meno estese della cute appaiono estremamente pruriginose e rosse, a fasi di remissione in cui la pelle appare apparentemente normale, o al più secca.

I pazienti con eczema atopico severo o moderato registrano, in media, 9 episodi di riacutizzazione all’anno, della durata di almeno due settimane ciascuno. Queste riacutizzazioni hanno un enorme impatto sui pazienti: il 55% è preoccupato e ansioso quando è in fase di remissione e passa in media 136 giorni (più di un terzo dell’anno) con l’eczema in fase acuta.

Tradizionalmente in questo periodo si comincia a trattare le riacutizzazioni con agenti topici antinfiammatori. Oggi però l’EMEA ha approvato il primo inibitore topico della calcineurina, tacrolimus unguento, per il trattamento di mantenimento dell’eczema contro nuove riacutizzazioni.

Tacrolimus unguento, già usato per il trattamento di eczema atopico moderato e severo in adulti e bambini sopra i due anni che non rispondono o sono intolleranti alle terapie convenzionali come i corticosteroidi topici, è oggi il primo farmaco preventivo.
Può essere utilizzato anche in pazienti che sperimentano un’alta frequenza di esacerbazioni della malattia (4 o più volte l’anno) e che hanno avuto una risposta iniziale a un trattamento d’attacco con Tacrolimus unguento.

Studi scientifici hanno mostrato che, dopo aver ottenuto il controllo della fase acuta della malattia con il trattamento d’attacco, continuando con il trattamento di mantenimento si ha una riduzione significativa nel numero di episodi acuti: più della metà dei pazienti trattati bisettimanalmente non ha avuto riacutizzazioni durante i 12 mesi di periodo di studio. Si è registrato anche un significativo allungamento dei periodi liberi da malattia.

La nuova indicazione di Tacrolimus unguento è stata approvata a livello europeo ed è quindi già valida anche in Italia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Omnia Group

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti