Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Piedi

Pericolo tacchi per i piccoli vip

di
Pubblicato il: 10-11-2009

Suri Cruise sfoggia i tacchi a tre anni: un pessimo esempio per i bambini di tutto il mondo e un pericolo per i suoi piccoli piedi.

Pericolo tacchi per i piccoli vip © Rete Sanihelp.it - Ha soli tre anni la piccola di casa Cruise, Suri, ma già ama sfoggiare vestitini da sera e scarpe con il tacco. Non si limita, però, a provare per gioco quelli della madre, Katie Holmes: la piccola figlia di Tom Cruise ha un guardaroba fornito di piccole calzature con tanto di tacco, uguali a quelle di mamma, ma su misura per i suoi piccoli piedi.

A detta dei genitori è una scelta della bambina che nessuno riesce a farle cambiare, vuoi, forse, per via dell’educazione alla Scientology, che non vuole imposizioni ai figli. Certo è che il vezzo dei tacchi per una bambina, oltre che sconcertante, molti non avranno neppure immaginato l’esistenza di scarpette con il tacco per l’infanzia, è pericoloso.

«L’uso del tacco in una bambina altera il dialogo fisiologico tra scheletro-muscoli e cervello a scapito di entrambi: il piede percepisce in modo anomalo il proprio rapporto con il terreno, il baricentro viene spostato per non cadere, il carico si trasferisce sull’avampiede, il tendine di Achille si accorcia» commenta il professor Paolo Maraton Mossa, specialista in ortopedia e traumatologia, direttore del Centro Pilota di chirurgia del piede di Milano e titolare della cattedra di ortopedia all’università di Lugano. «Tutto ciò avviene anche nell’adulto, ma in un bambino è molto più deleterio, poiché la corretta postura è il risultato di un continuo corretto fisiologico apprendimento quotidiano».

Non bisogna dimenticare che la stazione eretta e l’andatura sono il risultato di un perfetto coordinamento tra sistema muscolo-scheletrico e sistema nervoso centrale e periferico, ossia tra piedi e testa: più gli stimoli che dai piedi raggiungono il cervello sono fisiologici, migliore e più rapido è l’apprendimento della deambulazione. «Il piede nudo trasmette il massimo di stimoli nel minor tempo mentre la calzatura rallenta la trasmissione degli stimoli tanto più quanto più è spessa e rigida» conclude Maraton Mossa. Niente tacchi, quindi, per i bambini, anche se sono piccole star.




FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
professor Paolo Maraton Mossa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti