Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Trucchi e tendenze di risparmio

Bellezza a pochi euro: ecco la cosmesi anti-crisi

di
Pubblicato il: 17-11-2009

Rinunciare alla propria crema di bellezza? Non se ne parla. Le italiane stringono i lacci della borsa ma non transigono sulla cosmetica. Che però diventa intelligente e low cost. Ecco come.

Sanihelp.it - In tempi di crisi, le italiane preferiscono rinunciare a un nuovo paio di scarpe piuttosto che uscire di casa senza cipria e profumo.
Uno dei settori che meno ha risentito della recessione economica di quest’anno infatti è quello del benessere e della cura della persona, come confermato dall’Unipro, l’Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche.

I dati elaborati dal Centro Studi e Cultura d’Impresa di Unipro e presentati a marzo rivelano infatti che, seppur in un momento di congiuntura pesantemente condizionato dalla crisi finanziaria mondiale, il consumo di cosmetici in Italia registra segnali di tenuta: il 2008 ha chiuso con un valore del mercato di 9.070 milioni di Euro e una crescita dello 0,8%.
Tra i prodotti più amati dalle italiane, il make-up, gli smalti e i colluttori.

Le nostre connazionali non rinunciano quindi a farsi belle, anche se con un occhio di riguardo al portafoglio che non pregiudica la qualità di ciò che si compra. Sono molto gettonate infatti, per l’acquisto di creme e cosmetici, le farmacie, cresciute del 3,8%, e le erboristerie, +3,7%, forse legate a un’immagine di garanzia e sicurezza (soprattutto le prime), genuinità e naturalità (le seconde). Ma sono ancora i supermercati e la grande distribuzione il settore leader, con il più alto volume di vendite di cosmetici (oltre il 44%).

Questo dato è significativo della convinzione, ormai radicata, che non sia necessario dare fondo alle proprie finanze per acquistare prodotti efficaci e di qualità. Oggi la cosmetica offre soluzioni alla portata di tutti i portafogli, con ingredienti testati e procedimenti altamente tecnologici.
L’importante è sempre provare creme e trucchi su una piccola superficie cutanea per verificare eventuali reazioni avverse, e affidarsi a produttori conosciuti e di comprovata serietà.
 

E per chi punta al risparmio, basta aprire il frigorifero e con pochi euro si possono ottenere creme, maschere, impacchi e shampoo del tutto eco-logici ed eco-nomici.

Per esempio, il miele è un’ottima base per diverse preparazioni cosmetiche, basta mescolarlo con gli ingredienti giusti a seconda del risultato che si vuole ottenere: con succo di limone per una maschera nutriente, per il latte magro per una lozione idratante per il viso, con olio di mandorle dolci per una crema per le mani, ecc.
Un peeling naturale si ricava mescolando un po’ di semolino con yogurt fresco, mentre per dare lucentezza ai capelli basta aggiungere a un misurino di shampoo neutro il succo di una mela.

E ancora: per cancellare il segno dei tessuti stanchi sotto gli occhi basta passare un velo sottilissimo di chiara d’uovo al naturale sulla parte con la punta del mignolo o con un pennellino, poi si lascia asciugare e si procede con la stesura del fondotinta.

Basta davvero poco per essere belle senza spendere una fortuna.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Unipro

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti