Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Condilomi e tumori: la prevenzione

Vaccino contro i condilomi?

di
Pubblicato il: 24-11-2009

Alcuni tipi di Papillomavirus sono responsabili dei condilomi o verruche genitali, un problema fastidioso che però può essere prevenuto con il vaccino.

Vaccino contro i condilomi? © Sxc

Sanihelp.it - «Ho sentito dire che il vaccino contro l’infezione da Papillomavirus non previene solo il tumore del collo dell’utero ma anche i condilomi genitali. Siccome ne soffro e questo mi crea diversi problemi nella mia vita privata e sessuale, vorrei saperne di più». Silvia.
Risponde il professor Giorgio Vittori, presidente della Società italiana di ginecologia e ostetricia (SIGO).

Sì, il vaccino quadrivalente (Gardasil) protegge anche dai condilomi genitali, che sono, come alcuni tumori della cervice uterina, una conseguenza clinica dell’infezione con i Papillomavirus umani. In particolare i tipi di HPV 6 e 11 sono responsabili di circa il 90% dei casi.

Noti anche come verruche o creste di gallo per via del loro aspetto, i condilomi sono protuberanze carnose e morbide che possono formarsi sulle grandi labbra, sulle piccole labbra, sul clitoride, sulla cute circostante, sull'ano o nel retto. L’unico sintomo, quando presente, è il prurito locale.

Nella sola popolazione femminile con età compresa tra i 14 e i 64 anni, una stima di incidenza delle verruche genitali è pari a 4,3 casi ogni 1.000 donne. In Italia la prevalenza è stata stimata in 120.000 casi ogni anno.
 

I condilomi non sono pericolosi e non sono lesioni tumorali maligne, ma hanno un notevole impatto sulle donne, sia dal punto di vista fisico che psico-emotivo. Studi recenti confermano come il trattamento di questa patologia sia associato a numerose visite dal medico e a dolorosi interventi di cura, spesso non risolutivi al primo trattamento.

Va sottolineato anche l’impatto economico di questo disturbo: il costo annuale medio di un caso di condilomatosi genitale si attesta intorno ai 325 Euro per gli uomini e 464 Euro per le donne.

Il vaccino quadrivalente ha mostrato un’efficacia preventiva fino al 100% contro le principali patologie causate dagli HPV 6-11-16 e 18. In Australia, in un solo anno di campagna vaccinale i casi di condilomi sono diminuiti di circa il 50%.

L’Agenzia regolatoria europea (EMEA) ha recentemente confermato i dati di efficacia del vaccino quadrivalente nelle donne adulte fino ai 45 anni. Risultati di efficacia che si sommano a quelli già noti sulla protezione a lungo termine, la protezione crociata verso altri 10 tipi di HPV e la sicurezza del vaccino.
 

Dal punto di vista dei costi, al di là della campagna nazionale di vaccinazione che prevede l’erogazione del vaccino gratuitamente a tutte le ragazze dodicenni, va ricordato che alcune regioni hanno attivato il social price, ovvero danno la possibilità a tutte le ragazze dal 14esimo fino al 26esimo anno di età di recarsi presso la Asl per la somministrazione del vaccino a prezzo agevolato (meno di un terzo rispetto al prezzo di vendita in farmacia).

Per le altre donne al momento il vaccino è disponibile in farmacia dietro presentazione di prescrizione medica.
 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SIGO

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti