Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Snowboard

Festa della neve e snowboard con Ettore Personnettaz

di
Pubblicato il: 01-12-2009

Lo snowboarder valdostano e istruttore nazionale ci accompagna nell'adrenalinico mondo dello snowboard a scoprire discipline, benefici e curiosità

Sanihelp.it - Tutto è ormai pronto a Pila per accogliere gli amanti della neve e gli appassionati di sport invernali per la III Festa della neve che si terrà domenica 6 e lunedì 7 dicembre 2009. Fortemente voluta e organizzata da Whitexperience, l’associazione sportiva dilettantistica di Aosta, nata da un gruppo di amici il cui desiderio era quello di rilanciare la passione e la voglia di neve, sport e montagna.

Una due giorni ricca di iniziative: esibizioni libere con la Freestyle Jam Session, che vedrà anche la partecipazione dell’Italian Snowboard Team Bollè, capitanato dal freerider Ettore Personnettaz, atleta Helly Hansen; musica e proiezioni di video in cui neve e sport giocheranno il ruolo dei protagonisti; un meeting con istruttori nazionali di sci e snowboard.

Chi meglio di Ettore Personnettaz poteva raccontarci l’emozione di uno sport come lo snowboard?
Snowboarder valdostano, freerider e freestyler, maestro di snowboard dal 2003 e istruttore nazionale dal 2007, è uno specialista delle discese fuoripista e di cliffs estremi.

Snowboard è? Adrenalina, libertà, rispetto, amicizia: in una parola passione!
Ci sono discipline diverse al suo interno? Lo snowboard si distingue in due grandi categorie: l’hard (alpine) e il soft. La prima è rappresentata dalle tavole da pista (utilizzate soprattutto nelle competizioni con i pali), strette e molto sciancrate per permettere di raggiungere elevate velocità sfruttando al massimo la pista battuta anche su neve ghiacciata.
La seconda racchiude le tavole direzionali o bidirezionali più larghe e morbide a seconda degli utilizzi e si sviluppa essenzialmente in tre orientamenti:
freeride dove, con tavole lunghe direzionali dalla punta larga, si può galleggiare in neve fresca;
freestyle/allround dove si adoperano tavole versatili per fare evoluzioni in pista, sui salti e in powder;
snowpark con tavole perfettamente twin-tip (punta e coda uguali) a volte prive di ponte per permettere di agganciare corrimani di ferro o ringhiere (rails) o box negli snowpark appunto (parchi gioco preparati ad hoc per fare salti ed evoluzioni acrobatiche).

Quali benefici? Tutti quelli che dà un’attività sportiva in montagna, all’aria aperta, con la possibilità di isolarsi ricercando posti incontaminati per lasciare la propria linea (con la dovuta cautela) oppure di lanciarsi in evoluzioni che richiedono un lungo e costante training.

Possono provarlo tutti? Assolutamente sì, se si fa un minimo di sport ancora meglio. Per iniziare in dolcezza, senza troppi traumi, il consiglio che posso dare è quello di rivolgersi a un buon maestro di snowboard. È bene infatti avere chiare sin da subito le regole per muoversi in sicurezza e soprattutto l’impostazione di base richiesta dallo snowboard, questa infatti eviterà di acquisire posture sbagliate difficili da eliminare a lungo termine, permettendo così divertimento e soddisfazioni in tempi rapidissimi.

Quale rapporto tra donne e snowboard? Fortunatamente lo snowboard si è evoluto in questi anni facendo aumentare il mondo femminile, grazie anche all’evoluzione dei materiali sempre più ricercati, particolareggiati e raffinati dando quel pizzico di fashion e appeal necessari. Con buff, berretto, casco e maschera diventiamo tutti abbastanza irriconoscibili sulle piste per cui un tocco di femminilità estetica non guasta all’ambiente. E poi ci sono delle riders davvero toste anche rispetto a certi ragazzi che si dilungano nelle parole e poco nei fatti!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ettore Personnettaz - www.whitexperience.com

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti