Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Benessere

L'eterna ricerca psicologica dell'uomo

di
Pubblicato il: 01-12-2009

La psicologa romana Giorgia Aloisio ci fornisce un interessante quadro su quella che può essere considerata l'eterna ricerca psicologia dell'uomo

Sanihelp.it - «In epoche e culture differenti, la psicoterapia è stata praticata secondo modalità molto lontane da quelle odierne, con le quali però, riflettendoci, sembrano esserci alcuni tratti in comune. Fatte le dovute essenziali differenze, la richiesta d’aiuto formulata oggi allo psicologo o al medico, riflette numerosi altri simili antichi gesti di uomini lontani che si sono avvicinati a sciamani, stregoni, re, sacerdoti, maestri, filosofi, profeti alla ricerca di loro stessi. Il rito di quella che noi oggi definiamo visita, consultazione, o colloquio diagnostico/terapeutico, ricorda i cerimoniali, i trattamenti che questi terapeuti ante litteram mettevano in atto con i loro pazienti magari con la promessa di una guarigione, o più genericamente di una via d’uscita dal loro disagio somato-psichico.

Fin dalla più remota antichità, l’uomo ha sperimentato il bisogno di affidarsi all’aiuto, alle cure dell’altro, al suo ascolto e al suo intervento pratico. Se ci riflettiamo un poco, guardando alla storia, alla filosofia, alla storia della filosofia, possiamo renderci conto di quanto, in momenti e modi diversi, l’uomo, nel ricercare l’altro, ha più volte mostrato un bisogno d’aiuto prettamente psicologico. E il suo modo di dare aiuto all’altro è stato caratterizzato dalle peculiarità della sua epoca: con l’osso, tramite la trance, attraverso la fede o la parola, si è cercato di dare pace a questa pressante richiesta d’aiuto.

Una figura di riferimento è sempre stata alla base di questa ricerca: l’uomo ha cercato l’altro (immateriale o vivente) per confrontarsi, per trovare risposta al non comprensibile, per incontrare se stesso. Al di là delle mode o delle usanze che possono prevalere nelle diverse epoche (attualmente, ammettere di essere in psicoterapia è diventato quasi la tendenza del momento), ci ritroviamo come nel passato: individui alla ricerca di una chiave di lettura sulla realtà (che include noi stessi). Non sembra esserci quasi nulla di moderno nella nostra ricerca, eterna ricerca della nostra verità».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista alla dottoressa Giorgia Aloisio

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti