Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Enciclopedia piante medicinali > Equiseto - Cratteristiche

Equiseto



Autore: Angela Nanni
Data inserimento: 28-12-2015

È una felce molto particolare, una pianta erbacea perenne con un fusto che può arrivare ai 50 cm, di colore verde in estate, presenta numerosi nodi con tipiche ramificazioni ad ombrella; non ha né fiori né semi. E’ una pianta sporiforme pur non avendo fiori sviluppa una struttura a cono che contiene le spore. A scopo erboristico sono utilizzati i fusti sterili che si raccolgono da maggio a luglio.


Caratteristiche  Caratteristiche
Caratteristiche Famiglia: Equisetacee
Nome botanico: Equisetum arvense
Nome comune: Coda Cavallina, Erba rugna
Nome inglese: Horsetail, Bottle-brush
Parte usata: Fusti sterili

Caratteristiche:
L’equiseto cresce bene nei luoghi umidi, lungo i bordi delle strade,sulle sponde di torrenti e fossati: in Italia è molto diffuso. Ha origini molto antiche: è diffuso, da sempre, nelle regioni temperate del nord America, in Europa e Asia

Scienza:
Alcuni studi scientifici hanno evidenziato come l’equiseto possa aiutare a migliorare la memoria e la funzione cognitiva; può anche avere proprietà anticonvulsivanti. L’equiseto sembra essere utile anche nell’osteoporosi: in uno studio eseguito nel 1999, 122 donne italiane hanno assunto equiseto (estratto secco) o un farmaco per l’osteoporosi e poi ne è stata valutata la densità ossea: anche le donne che hanno assunto equiseto hanno evidenziato una buona rimineralizzazione, perciò gli autori dello studio hanno concluso che l’equiseto può svolgere un’attività rimineralizzante anche nell’osteoporosi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.nccam.nih.gov

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.


Ultime piante inserite: