Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Angelica



Autore: Angela Nanni
Data inserimento: 28-12-2015

La specie coltivata in Europa a scopo fitoterapico è l'Angelica archangelica, ma ne esistono una trentina di specie. È una pianta erbacea biennale o perenne, può raggiungere anche i 2 m di altezza, ha un fusto eretto e cavo, dotato di foglie larghe di un verde brillante. I fiori dell’angelica compaiono fra giugno e agosto, sono di colore giallo-verdastro. La pianta si caratterizza per l’odore molto forte e intenso.


Storia  Storia
Storia Storia:
L’uso dell’angelica risale già al Medioevo quando si usava come antitodo contro gli avvelenamenti e la peste; anche il suo nome angelica o erba degli angeli o erba dell’arcangelo rimanda ad un suo utilizzo divino nelle peggiori patologie possibili; secondo la tradizione l’arcangelo Raffaele indicò l’angelica come rimedio alla peste. L’angelica si può utilizzare anche in cucina: in particolare le foglie e gli steli si possono cucinare come verdure o si possono usare per insaporire il pesce. Gli steli decorticati si possono usare per la preparazione di liquori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.nccam.nih.gov

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.


Ultime piante inserite: