HomeAnimaliPunture di mosca cavallina al cane: cosa fare

Punture di mosca cavallina al cane: cosa fare

Salute e animali

Sanihelp.it – Il problema riguarda tutti i cani, ma in particolare quelli che vivono vicino ad allevamenti o in campagna. La mosca cavallina (Stomoxys calcitrans) appartiene alla stessa famiglia della mosca domestica, da cui differisce per le dimensioni leggermente più grandi e perché punge. Nonostante il nome, non assomiglia affatto a un cavallo, si chiama così perché si nutre del sangue degli equini, ma non solo: oltre ai cavalli, punge i cani e l’uomo.  Le punture della mosca cavallina sono molto dolorose e sono più frequenti sul muso, sui padiglioni auricolari e sul tartufo. Le aree colpite possono presentare ulcere, croste, sanguinamento, irritazione cutanea. 

Poiché questo parassita funge da vettore per diversi agenti patogeni, il cane può contrarre una serie di malattie. Inoltre, se presenti in gran numero, le mosche cavalline possono arrivare a prelevare quantità significative di sangue dal cane, inducendo anemia. Il pasto di sangue della mosca cavallina è compiuto sia dal maschio che dalla femmina.

Cosa fare se ci accorgiamo che il cane viene punto da queste mosche? La prima cosa è lavare la ferita con acqua e sapone, meglio se antibatterico, poi è necessario consultare il veterinario per valutare la necessità di un trattamento antibiotico per prevenire eventuali infezioni.

La cosa migliore, come sempre, è però la prevenzione: durante i mesi primaverili e estivi, specialmente per i cani che vivono nelle vicinanze di allevamenti di cavalli e bovini, si possono applicare mensilmente delle pipette a base di sostanze repellenti, come la permetrina.

 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...