HomeAnimaliMalattie infettive del gatto: la panleucopenia

Malattie infettive del gatto: la panleucopenia

Salute e animali

Sanihelp.it – La panleucopenia felina è causata dal virus Feline Panleukopenia Virus (FPV), piccolo virus a DNA appartenente alla famiglia Parvoviridae. Si tratta di un virus molto resistente, che non viene inattivato dai comuni disinfettanti e che resiste per molto tempo nell’ambiente, nelle feci o in altro materiale organico. La trasmissione può avvenire per contatto diretto, per via orofecale, con gatti infetti che eliminano il virus nelle feci, ma la via principale di trasmissione è rappresentata dal contatto con oggetti, quali indumenti o scarpe, contaminati. Durante la stagione calda anche gli insetti possono rappresentare una via di trasmissione, inoltre sono possibili infezioni intrauterine o neonatali. I gattini di 3-5 mesi sono i più colpiti, perché non più coperti dalla protezione degli anticorpi di derivazione materna, ma con un sistema immunitario ancora immaturo. Dopo l’infezione, il gatto rimane immune per tutta la vita. L’infezione causa prevalentemente sintomi gastroenterici e neurologicileucopenia (situazione in cui il numero di globuli bianchi nel sangue è inferiore alla norma) e immunodepressione. Nelle forme più gravi il gatto muore in mezza giornata, disidratato, ipotermico e in stato comatoso. Più di frequente, nelle forme acute, il gatto presenta anoressia, febbre, vomito. Se non ci sono complicazioni e le cure vengono praticate tempestivamente, le possibilità di guarigione sono buone. La terapia è sintomatica e mira a mantenere il corretto equilibrio idroelettrolitico e acido-base, fermenti lattici, se necessario farmaci contro il vomito, antibiotici per prevenire le infezioni batteriche secondarie. Fondamentale la profilassi vaccinale, raccomandata per tutti i gatti di qualsiasi età. La panleucopenia è una patologia presente in tutta Italia, che riguarda soprattutto i gatti di colonia e i gattili. 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...