HomeBellezzaSostenibilità? Si può partire dal beauty

Sostenibilità? Si può partire dal beauty

Mondo green

Sanihelp.it Essere sostenibili è l’obiettivo che molti vorrebbero raggiungere nel 2022. Un obiettivo ambizioso, sicuramente, che per essere centrato con successo ha bisogno del supporto di chi su questo tema è impegnato da anni come Camilla Mendini, green influencer in libreria con la sua ultima fatica (Im)perfetto sostenibile (Fabbri Editori, 15,20 euro).

Il punto di partenza? Si possono fare grandi cose partendo dai gesti semplici di ogni giorno: più che progetti ambiziosi, in sostanza, servono buone pratiche. Che possono anche essere quelle che si adottano quando ci si prende cura del viso, del corpo e dei capelli. Il libro di Camilla, nota sui social come @carotilla, è un concentrato di consigli utili che aiutano proprio a modificare i propri comportamenti nell’ottica di una maggior attenzione nei confronti di se stessi e del pianeta.

Partire dal beauty può essere una buona idea. Un passaggio chiave suggerito di Camilla? Risparmiare acqua, un bene prezioso che, spesso e senza rendercene neppure conto, consumiamo dimenticando il numero impressionante di persone che nel mondo non ha accesso o ha un accesso limitato all’acqua potabile con conseguenze devastanti sulla salute e il benessere.

Chiudere il rubinetto, quindi, quando ci si lava le mani, i denti, si fanno la doccia e lo shampoo, è il primo importantissimo passo così come limitare i tempi della doccia. Cinque minuti sono più che sufficienti, suggerisce Carotilla, che da anni ha lanciato la challenge #5minshower che si può rendere ancora più divertente scegliendo di stare sotto il getto il tempo di una canzone che piace e che non duri appunto più di cinque minuti.

Attenzione poi a quello che si acquista, è un altro consiglio dell’esperta. Da bandire sarebbero tutti i prodotti usa e getta a favore invece di quelli lavabili e riutilizzabili: panni lavanti e dischetti di spugna, cotone e microfibra possono sostituire quelli in cotone da buttare dopo l’uso, i fazzoletti di tela quelli di carta, i bastoncini in silicone e bioplastica quelli tradizionali.

Il corretto smaltimento dei cosmetici è un gesto chiave della sostenibilità; e visto che spesso smaltire i cosmetici non è facile visto che sono fatti di più componenti, meglio preferire prodotti come i solidi che hanno un pack di sola carta oppure le formule contenute nel vetro piuttosto che nei tubi di alluminio.

Ma alla base di un beauty sostenibile c’è innaznitutto la consapevolezza negli acquisti: inutile comprare un cosmetico prima di averne finito un altro, inutile aprire più prodotti della stessa tipologia insieme rischiando di buttarli poi perché diventati troppo vecchi. Nel libro di Camilla i consigli non si limitano comunque al mondo beauty ma spaziano dalla moda all’alimentazione, dalla pulizia al mondo dei più piccoli. Un panorama completo di suggerimenti per essere sostenibili a 360°. 

FonteMendini

Ultime news

Storie di profumi

No alcol in gravidanza

Gallery

Lo sapevate che...