HomeBellezzaLa bellezza? È una questione di armonia

La bellezza? È una questione di armonia

Giornata Mondiale dello Yoga

Sanihelp.it – Un popolo di due milioni e mezzo di persone solo in Italia che tappetino alla mano lo praticano nelle palestre, nei parchi, sui prati ad alta quota, in riva al mare. E naturalmente anche tra le pareti di casa, soprattutto dopo che il Covid ha dato il là alla pratica domestica dello yoga.

Un dato per tutti: solo nel primo mese di lockdown la vendita di tappetini si è impennata del 150+. E che lo yoga conquisti sempre più persone è un dato di fatto con valide motivazioni: nato come pratica spirituale, lo yoga sembra andare controcorrente promuovendo calma, relax e benessere psicofisico in una società che al contrario vive in una condizione sempre più disarmonica, rapida e squilibrata.

Se gli effetti di una pratica costante dello yoga si traducono in un fisico più tonico e in uno spirito più sereno e armonioso, non va dimenticato che le asana sono anche straordinarie portatrici di bellezza. Innanzitutto perché allentano lo stress che, è dato ormai certo, fa non pochi danni. Provoca infatti un’impennata dei radicali liberi, molecole tossiche che invecchiano i tessuti prima del tempo favorendo la comparsa di rughe e cedimenti. E’ implicato inoltre nei problemi di acne e pelle impura, peggiora la condizione della cellulite senza contare che spinge a mangiare di più a tutto svantaggio della linea.

Molte posizioni inoltre aiutano ad ossigenare a fondo i tessuti, favoriscono il ritorno venoso, hanno effetti drenanti, alleggerenti e disintossicanti con risvolti benefici sulla bellezza del viso e del corpo. Per di più regalano un sonno profondo e ristoratore durante il quale la pelle ha occasione di ripararsi e rigenerarsi a fondo.

Lo yoga insegna per altro che tutto, anche la bellezza, parte da un respiro. Per l’estate si può provare la respirazione rinfrescante: si arrotola la lingua a tubo, o più semplicemente la si appoggia contro gli incisivi superiori, si inspira, si esegue una deglutizione pensando di portare fresco nel corpo e si espira lentamente dalle narici.

Quando la cosmesi incontra lo yoga, poi, nascono formule uniche che aiutano a regalare ora sprint ora relax, a calmare oppure a dare maggiore energia. Tutte in ogni caso offrono equilibrio e benessere. Si può partire dalle acque aromatiche. Una spruzzata prima della pratica aiuta ad »aprire» il cuore e preparare alla calma, una dopo per ritempra e amplifica i benefici rilassante e introspettivi.

Tra yoga e profumo, del resto, il legame è stretto soprattutto se le fragranze giocano armoniose con note frizzanti di spezie e agrumi, accenti freschi di erbe aromatiche, infusioni distensive di legni e patchouli. Profumano di relax e di pieno benessere le ricche creme per il corpo che fanno vellutata la pelle e le delicate acque aromatiche, da vaporizzare generosamente su tutto il corpo, per idratare l’epidermide e avvolgerla in una nuvola di fragrante e durevole freschezza.

Sono anche altri i trattamenti per il corpo che prendendo ispirazione dalla pratica yoga ne amplificano gli effetti offrendo tono e compattezza alla pelle, serenità e benessere allo spirito. Gli ingredienti delle formule, dai burri generosi alle lozioni rinfrescanti, arrivano spesso dalla tradizione ayurvedica mescolando con sapienza oli di sesamo, amla e neem con miscele di erbe e spezie, curcuma, zafferano, cumino, lavanda, salvia e menta, dalle proprietà riequilibranti e rinvigorenti.

Va ricordato poi il tè nero. «E’ uno degli ingredienti chiave da sempre utilizzati nella cultura yogi per la sua capacità di favorire la concentrazione e stimolare la meditazione che in più, grazie alla presenza di un’alta concentrazione di catechine ad azione antiossidante, aiuta a preservare la vitalità e la giovinezza di tutto il corpo, pelle compresa» spiega Cecilia Garofano, fondatrice di Teaology, brand cosmetico ispirato alla filosofia yoga. «Per le nostre formule utilizziamo un tè biologico himalayano coltivato ai piedi dell’Everest a circa 2000 metri di altitudine che le ricerche hanno dimostrato avere una forte azione protettiva nei confronti delle aggressioni esterne, in particolare quella dello smog cittadino e dei raggi Uv, che danneggiano e invecchiano precocemente i tessuti».

Da non dimenticare lo zenzero. «Questa radice dalle virtù tonificanti, stimolanti e anti-infiammatorie, lo zenzero ha una forte azione antiossidante capace di contrastare con efficacia rughe, macchie e cedimenti» commenta la dottoressa Antonella Filippi, fitoterapeuta, esperta di cosmesi naturale a Torino. «Potente elisir di giovinezza, rivitalizza le cellule dando ossigeno, aiuta a preservare l’equilibrio cutaneo, lenisce e attivando la circolazione sanguigna è prezioso per allentare il gonfiore, tenere sotto controllo la cellulite e anche per dare forza ai capelli senza dimenticare che il suo aroma intenso che ricorda quello del legno ha proprietà tonificanti sul fisico e distensive sulla mente».

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...