HomeBellezzaPiù idratazione per dissetare la pelle

Più idratazione per dissetare la pelle

Bellezza estiva

Sanihelp.it – E’ il gesto chiave per il benessere e la bellezza della pelle, in tutte le stagioni e a maggior ragione durante l’estate. Parliamo ovviamente dell’idratazione che permette di mantenere a livelli ottimali il tasso di acqua presente in tutti gli strati della cute preservandone così il turgore, l’elasticità e la morbidezza. L’estate è sicuramente a rischio disidratazione.

Primi imputati sono il caldo e il sole ma bisogna tener conto che anche una giornata di vento, un giro in moto, una gita in barca, una pedalata nel verde, persino una lunga permanenza in luoghi con l’aria condizionata possono dar fondo alle riserve idriche della cute causando una condizione di aridità che la rendono soggetta a un maggior rischio di piccole ma fastidiose irritazioni.

Ecco allora che diventa importante potenziare l’idratazione prevedendo sin dalla colazione una tavola ricca di frutti rinfrescanti, albicocche, melone, anguria e pesca, bevendo più di due litri di acqua al giorno e scegliendo formulazioni cosmetiche capaci di rafforzare la barriera di protezione e preservare l’equilibrio idrico della cute. Imprescindibile poi l’uso di un idratante, sia per il viso che per il corpo, supporto prezioso per mantenere a livelli ottimali i livelli idrici della cute. Riserve d’acqua dalla struttura impercettibile, gli idratanti estivi sono frutto di attente scelte formulative.

E se l’acido ialuronico, star dell’idratazione, sceglie diversi pesi molecolari per ridare turgore alla cute, dalla superficie fino in profondità, innovative tecnologie permettono a una sola goccia di prodotto di dissolversi in milioni di microgocce effetto doccia sul viso. La ricerca cosmetica ha permesso infatti di comprendere con chiarezza che la consistenza ha ben poco a che vedere con l’efficacia idratante di un prodotto.

Non servono quindi creme grasse che con il caldo rischiano di dare fastidio. Anche gel di trasparente purezza, concentrati evanescenti, spray che si trasformano in sieri impalpabili, balsami fondenti perdono »peso» ma dissetano comunque a fondo, senza lasciare tracce e ungere la pelle. Indispensabili ma non invadenti, si usano anche sotto il trucco che così non fa macchia e sul corpo permettono un’applicazione veloce e una penetrazione altrettanto rapida così da potersi vestire subito.

Offrire più acqua alla pelle significa moltiplicare le occasioni di idratazione. Tante le soluzioni strategiche. Come mettere un siero sotto il trattamento abituale, mattina e sera. Oppure optare per una maschera che Joanna Hakimova, beauty facialist milanese suggerisce di trasformare in un appuntamento quotidiano per riempire le piccole rughette della secchezza, dare turgore, aggiungere luminosità.

Nessun punto va dimenticato e men che meno la zona delicatissima dello sguardo dove una pelle sottile accusa ancora di più gli effetti dell’arsura estiva. Nei trattamenti dedicati al contorno la lievità della consistenza, indispensabile perché il prodotto non coli negli occhi irritandoli, si accompagna a una ricchezza della formula dove gli oli vegetali, che la cute riconosce e assorbe subito, creano una barriera protettiva tenace che impedisce la fuoriuscita di acqua e frena la secchezza minimizzando le zampe di gallina.

 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...