HomeBellezzaL'amore incide sulla bellezza dei denti?

L’amore incide sulla bellezza dei denti?

Bellezza del sorriso

Sanihelp.it – Febbraio il mese dell’amore; un sentimento forte che porta felicità e cambiamenti… e che sembra avere un impatto anche sui nostri denti. Le occasioni speciali, infatti, sono un incentivo per prendersi maggiormente cura di se stessi.


Anche la salute orale, spesso dimenticata, è tornata una priorità: a confermare questo trend in crescita sono Straumann Group – leader globale in implantologia e nelle soluzioni ortodontiche che ripristinano il sorriso e la fiducia – e il dottor Ferruccio Torsello, specialista in ortognatodonzia, esperto in allineatori trasparenti e speaker a corsi e congressi nazionali e internazionali. Secondo uno studio commissionato da Straumann Group, infatti, il 61% degli italiani vuole curare maggiormente la propria bocca. Per questo mese da batticuore, gli esperti hanno quindi fatto luce sulla tendenza, svelando nella seguente guida le principali informazioni da sapere.

M’ama o non m’ama, l’impatto sui denti

L'amore è una fonte di ispirazione potente che spinge le persone a migliorarsi, anche quando si tratta di sorridere. In una relazione, un sorriso – che è il nostro primo biglietto da visita – diventa ancora più importante e per alcuni è uno stimolo per averlo più sano e attraente: »Sono molti i pazienti che in vista di occasioni speciali vanno dal dentista, svelano il dottor Torsello e Straumann Group. 

Sono infatti in aumento trattamenti estetici e del benessere come trattamenti di igiene orale professionale (76% nell’ultimo anno), sbiancamenti dei denti (con il doppio della richiesta rispetto al 2019[4]) e anche interventi estetici come il filler alle labbra; tutti trattamenti piuttosto popolari in quanto poco invasivi e con risultati rapidi». Oltre a questi, le richieste più comuni sono per gli allineatori trasparenti, apparecchi molto efficienti per allineare le arcate dentarie.

Anche una rottura, però, può essere l'occasione per un makeover. Dopo una separazione molte persone cercano di ritrovare il proprio splendore e il sorriso è spesso al centro di questo desiderio di rinnovamento, come confermato dagli esperti: »I trattamenti più richiesti in questi casi sono quelli ortodontici o quelli estetico restaurativi, quali le faccette in porcellana, o i trattamenti multidisciplinari che prevedono la combinazione di entrambi gli approcci con risultati di alto livello».

Cosa può rovinare un bacio?

La strada per una soddisfazione del proprio sorriso è ancora lunga: sempre secondo la ricerca commissionata da Straumann Group, il 61% degli italiani sorride a bocca chiusa, sintomo di insicurezza e disagio anche nel mostrare i propri denti, mentre solo il 39% lo fa a bocca aperta. Questa sensazione può rendere i momenti romantici meno gradevoli e può essere data anche da alcune patologie odontoiatriche a cui fare attenzione:

Carie: colpisce il 63% della popolazione e può determinare una progressiva distruzione dei tessuti dentali. Solitamente asintomatica all’inizio, può provocare dolore di intensità molto elevata e il cambiamento del colore dei denti.

Malattia parodontale, colpisce circa il 50% della popolazione italiana adulta che segnala sintomi di un possibile quadro parodontale: retrazione gengivale, infezione e, nei casi avanzati, mobilità dentale e perdita dei denti

Edentulie ovvero la mancanza di uno o più denti, che affligge il 53% degli italiani: spesso conseguenza di altre patologie, può determinare una condizione di difficoltà masticatoria, oltre a inestetismi del sorriso e, dunque, una bassa autostima.

Malocclusioni, ovvero i cosiddetti »denti storti»: una condizione di disallineamento delle arcate che può rendere il sorriso esteticamente meno attraente, oltre a determinare diversi problemi anche a livello di salute, a partire da una scorretta respirazione e digestione. Oggi fortunatamente è possibile correggerla anche grazie agli allineatori trasparenti, dispositivi minimamente invasivi, trasparenti, confortevoli e facili da mantenere puliti.

Consigli per un mese all’insegna dell’amore

Per una salute orale ottimale e rendere il proprio sorriso un biglietto da visita migliore, gli esperti hanno delineato una serie di pratiche da attuare nel breve e lungo termine secondo:

La prima abitudine da non dimenticare mai è fissare appuntamenti dal dentista con cadenza regolare, almeno due volte all’anno, e non è scontata: ad andare regolarmente dallo specialista sono solo 4 italiani su 10. Ogni visita è un'opportunità per controllare lo stato di salute dentale del paziente e individuare eventuali problemi precocemente, così da gestirli meglio.

L’igiene orale casalinga, inoltre, dovrebbe regnare sovrana: lavare i denti tre volte al giorno, spazzolando con un movimento verticale rotatorio del polso dalla gengiva verso il dente. Da ricordare anche il filo interdentale.

Guardarsi le gengive allo specchio: spesso indicatrici di problemi più ampi, le gengive dovrebbero essere controllate. Se dal check-up casalingo risultano infiammate, arrossate o sanguinanti, è bene consultare il dentista di fiducia per un controllo completo.

L’alimentazione ha un ruolo chiave anche per il sorriso e dovrebbe essere sana ed equilibrata.

Sì ad alimenti come:

fibre e latticini, contenenti caseina, che rafforza lo smalto

frutta e verdura, essendo ricchi di fibre, fanno produrre più saliva e svolgono un’azione di naturale pulizia dei denti. Inoltre sono ricchi di vitamine: i kiwi, ad esempio, che contengono vitamina C, possono prevenire infiammazioni alle gengive;  

cacao e cioccolato fondente non sono così dannosi come si potrebbe pensare, seppur non si debba eccedere nel consumo. Contengono infatti sostanze antibatteriche naturali, mentre ciò che è dannoso sono gli zuccheri, che nel cioccolato fondente si trovano in quantità limitata.

Invece, bisogna fare attenzione e non eccedere nel consumo di:

zuccheri e dolci, che i batteri metabolizzano producendo acidi che rovinano  lo smalto

succhi di frutta, ricchi di zuccheri che si insinuano tra i denti. È bene ricordarsi di sciacquare la bocca dopo averli bevuti

alcolici, in quanto sono un ostacolo per la salivazione.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...