HomeDietaConsumo proteico e declino cognitivo nella terza età

Consumo proteico e declino cognitivo nella terza età

Sanihelp.it – Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the American Geriatrics Society un maggiore  consumo proteico nella terza età potrebbe sfavorire il declino cognitivo psichico e sociale delle persone anziane.

Con l’aspettativa di vita sempre più lunga il declino cognitivo e funzionale è per gli anziani uno dei limiti più grandi per questa fase della loro vita: partendo da questo presupposto un gruppo di ricercatori del National Institute of Health and Nutrition in Giappone hanno progettato uno studio che ha incluso 1007 persone età media 67,4 anni che si sono impegnate a compilare dei questionari sulle loro abitudini alimentari a inizio studio e dopo 7 anni.
Tutti i partecipanti sono stati suddivisi in 4 gruppi a seconda di quello che era il loro consumo di proteine animali e vegetali.

Solo negli uomini, ma non nelle donne si è visto che ad un più elevato consumo di proteine animali corrispondeva il 39% di probabilità in meno di sperimentare declino funzionale, cognitivo e fisico. Secondo i ricercatori questo è un ulteriore tassello da prendere in considerazione quando si parla di benessere nella terza età. 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...