Advertisement
HomeDietaFeste e cibo: mangiare con giudizio!

Feste e cibo: mangiare con giudizio!

Sanihelp.it – L’Osservatorio Nazionale Grano Padano ha pensato bene di indagare sulle abitudini degli italiani a ridosso delle festività natalizie basandosi sui dati raccolti dai medici di base durante il Natale 2011 e gli inizi del 2012: ne è emerso che gli italiani consumano gradi quantità di frutta secca, salse, salumi, olio, superalcolici e per questo durante le feste ingrassano di almeno due o tre kg.


Quest’indagine non vuole essere fine a se stessa, ma anzi l’Osservatorio Grana Padano partendo da queste evidenze ha messo a punto tutta una serie di consigli da seguire al fine di festeggiare degnamente il Natale anche a tavola, ma senza appesantire in maniera ingiustificata e insensata la propria linea.

La nostra società consumistica porta a festeggiare il Natale per ben due settimane consecutive, ma in realtà i giorni di festa con la F maiuscola sono solo 4 Natale, la Vigilia, Capodanno e l’Epifania: in questi giorni qualche eccesso è concesso, ma negli altri giorni non c’è davvero motivo di abbuffarsi o eccedere inutilmente.

È stato stimato, invece, che il 40% del campione di età tra i 24 e i 64 anni dichiara di consumare nel periodo natalizio patatine fritte confezionate e quasi il 50% degli stessi mangia anche focacce e pizzette, il 25% dei soggetti di questa stessa fascia di età beve superalcolici, ma vengono consumate sistematicamente anche buone quantità di maionese, salumi e frutta secca.

Un ottimo modo per ridurre questo eccesso calorico è di riservare le salse, le creme, il pandoro, il panettone, il torrone e via dicendo solo ai 4 giorni di feste più importanti.  Sarebbe buona abitudine prediligere a tavola il consumo di acqua e servire con parsimonia vino rosso, evitando bevande gassate e superalcolici.
Meglio evitare gli antipasti, di fare la scarpetta con il sugo ed è bene evitare di servire formaggi dopo il secondo.

Sarebbe buona abitudine, infine, preparare il soffritto con il vino bianco anziché con il burro o l’olio e insaporire le portate con le spezie piuttosto che ricorrere a salse arzigogolate e quando possibile preferire la cottura al vapore, alla piastra o al vapore.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...