HomeFitnessAttività fisica? Nel fine settimana

Attività fisica? Nel fine settimana

Sport e fitness

Sanihelp.it – Secondo gli esperti sarebbe bene che gli adulti facessero almeno 150 minuti di esercizio a settimana, di intensità moderata.
Uno o due allenamenti più lunghi sembrano fornire benefici per la salute simili a più numerosi allenamenti più brevi.
Non è mai troppo tardi per iniziare a fare esercizio regolarmente e a raccogliere i benefici per la salute, come sostengono anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità e i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie dell'American Heart Association.
Ma questo esercizio deve essere distribuito durante la settimana o può essere riservato al fine settimana, magari per problemi di lavoro?
I ricercatori affermano che 150 minuti di attività fisica a settimana sono preziosi in qualsiasi modo si scelga di effettuarli.
Mezz'ora tutti i giorni feriali? Va benissimo! Un'ora in palestra il sabato e una partita di 90 minuti la domenica? Molto bene!
Più specificamente, i ricercatori hanno scoperto che il raggiungimento delle linee guida settimanali sull'attività fisica, in qualunque momento venga eseguita, ha comportato una riduzione del rischio di mortalità per tutte le cause. Magari molti pensano che praticare qualche esercizio solo durante il fine settimana serva a poco o nulla, e perciò si astengono, ma non è così.
Uno studio ha dimostrato che la mortalità si riduce in coloro che praticano almeno 150 minuti di attività fisica, sia durante la settimana che durante il sabato o la domenica, in confronto a chi è completamente inattivo.
«Penso che sia importante notare che l'età dei partecipanti a questo studio è intorno ai 40 anni e ha comunque mostrato una riduzione del rischio di mortalità generale, in particolare per malattie cardiache e cancro», ha spiegato a Healthline il dottor Adam Rivadeneyra, medico di medicina dello sport con l'Hoag Orthopaedic Institute in California.
Rivadeneyra ha sottolineato, tuttavia, che i risultati non dimostrano necessariamente il nesso di causalità.
«Ma una modesta riduzione della mortalità in età relativamente giovane potrebbe suggerire benefici ancora maggiori con l'avanzare dell'età quando cose come le malattie cardiache e il cancro diventano più frequenti», ha affermato.
Quindi, non ci sono più scuse, e di sicuro… ci si diverte anche.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...