Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Dieta > Intolleranze alimentari: 5 cose da sapere

Un'intolleranza non un'allergia alimentare

Intolleranze alimentari: 5 cose da sapere

di - Sanihelp.it
Pubblicato il: 09-04-2019

Intolleranze alimentari e allergie non sono la stessa cosa: le differenze e come si diagnosticano



4 - L'importanza del diario alimentare


<
L'importanza del diario alimentare
© iStock

4 - L'importanza del diario alimentare


Eccezion fatta per il test di intolleranza al lattosio e al glutine, non esistono esami e test con fondamento scientifico per rilevare le intolleranze alimentari.

Nello specifico il breath test riesce a rilevare  l’eventuale intolleranza al lattosio e fruttosio e a verificare l’eventuale  mancato assorbimento di altri zuccheri, xilosio, fruttosio o sorbitolo.

Gli esami genetici permettono di individuare favismo e intolleranza all’alcool.

Fondamentale per la diagnosi resta la corretta redazione del diario alimentare: il paziente deve annotare a seconda dell’alimento ingerito, se ci sono stati sintomi e la durata degli stessi.

Nel momento in cui dal diario alimentare si riscontra una risposta positiva, l’alimento sospetto viene allontanato dalla dieta per circa 4/6 settimane e, solo dopo effettivo miglioramento, viene reintrodotto, osservando se i sintomi ricompaiono.



Clicca qui sotto per vedere i consigli:

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione - Comunicato stampa

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?