Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Salute e Animali > La pandemia EHV-1 fra i cavalli

Equine Herpes Virus

La pandemia EHV-1 fra i cavalli

di - Sanihelp.it
Pubblicato il: 09-03-2021

La Pandemia riguarda uomini come cavalli, Covid-19 come EHV-1, Equine Herpes Virus, ovvero Rinopolmonite equina. La notizia Ŕ di queste settimane e il problema sta diventando serio. Anche per i cavalli.



5 - Un virus che si era giÓ fatto conoscere


<
Un virus che si era giÓ fatto conoscere
© iStock

5 - Un virus che si era giÓ fatto conoscere


I segnali c’erano stati. E forse li abbiamo sottovalutati esattamente come quando pensiamo al Covid di adesso e alla Sars di prima. Per l’Ehv-1 che colpisce i cavalli non si tratterebbe di una novità, poiché questo virus si era manifestato intorno alla fine degli anni ‘90 tanto che è sempre stato tenuto in considerazione nelle operazioni di prevenzione obbligatoria: insieme col Coggins- test (che protegge dall'anemia infettiva), la vaccinazione da Ehv-1 era infatti obbligatoria. Sul passaporto dei cavalli doveva essere registrata una vaccinazione ed un test per tutti i cavalli sportivi e non che effettuassero spostamenti o che potessero venire in contatto con altri cavalli.

Rispetto agli anni Novanta il virus non sembra molto mutato: Ehv-1 o Rinopolmonite che dir si voglia è la stessa malattia che in un primo tempo affrontammo con profilassi semestrali, - dice ancora il dottor Marco Grosso - anche se alcuni veterinari sostenevano addirittura la profilassi trimestrale. Siamo passati poi a vaccinazioni annuali prima e biennali in seguito, fino a dimenticarcene per tutti i soggetti sportivi e non, tranne che per le fattrici in gestazione.

Gli allevatori hanno continuato a vaccinare le proprie mamme con il vaccino comunemente chiamato Anti-aborto che altro non è che il vaccino per l’Ehv-1. Bisogna considerare infatti che come tutti i virus anche questo è mutato in numerose varianti che si incanalano per così dire in tre distinte forme patologiche principali. La prima è una forma influenzale classica con tutte le caratteristiche di una banale influenza polmonare, che poi tanto banale non è, la seconda è la forma abortigena il cui nome stesso non esige ulteriori spiegazioni e la terza è la più eclatante forma neurodegenerativa o nervosa se vogliamo semplificare.



Clicca qui sotto per vedere i consigli:

VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?