HomeMamma e bambinoBambini al sole: la protezione deve essere massima

Bambini al sole: la protezione deve essere massima

L'estate dei piccoli

Sanihelp.it – «Va sempre tenuto presente che i bambini hanno una pelle delicatissima che non ha ancora sviluppato difese nei confronti delle aggressioni esterne compresa quella dei raggi Uv» spiega il professor Leonardo Celleno, dermatologo a Roma e presidente Aideco, Associazione italiana dermatologia e cosmetologia.

La prima regola da rispettare quindi? «Mai esporre al sole diretto i bambini sotto i sei mesi» continua l’esperto. «Massima attenzione, comunque, con tutti i neonati che anche dopo i sei mesi andrebbero portati in zone assolate solo nelle prime ore del mattino e in quelle verso sera sempre cercando di schermare il più possibile i raggi con ombrellini o teli protettivi».

E con i bambini più grandicelli invece? «Vale sempre la regola della massima prudenza sotto il sole per evitare scottature in età infantile che aumentano il rischio di sviluppare tumori cutanei in età adulta» commenta l’esperto. Opportuno quindi non lasciare troppo a lungo i bambini sotto il sole, soprattutto alle prime esposizioni, evitando sempre le ore più calde tra il mezzogiorno e le 16.

«Fondamentale poi la protezione con filtri Uv che deve essere molto attenta e puntuale» continua il dermatologo. «Serve sempre applicare un solare ad alta protezione scelto in una formulazione apposita per i bambini». Si tratta spesso di formule che utilizzano filtri fisici in grado di riflettere i raggi così da rispettare la delicata cute dei piccoli, facili e veloci da applicare, non appiccicose e resistenti all’acqua e al sudore.

«In ogni caso vale sempre la regola che il solare va rimesso ogni due ore e sempre dopo che i bambini hanno fatto il bagno, la doccia o si sono bagnati giocando» continua Celleno. Sotto il sole è opportuno poi che i bimbi indossino un cappellino così da arginare il rischio di un’insolazione. Nel caso di una pelle molto chiara può essere utile anche una maglietta leggera per proteggere una zona particolarmente a rischio di scottatura come le spalle. Mai dimenticare poi gli occhialini scuri che devono avere lenti certificate per offrire massima sicurezza.

«Come per gli adulti, anche per i più piccoli sarebbe opportuno applicare, dopo il bagno o la doccia della sera, un doposole o comunque un prodotto in crema o in olio dalla forte azione idratante e lenitiva, utile anche per dare sollievo in caso di piccole irritazioni e rossori» continua Celleno. «Mai dimenticarsi in ogni caso l’uso del solare anche a fine vacanza quando la pelle è abbronzata così da evitare un accumulo di radiazioni dannoso per la pelle».

 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...