HomeNewsI segreti per un bellissimo albero di Natale

I segreti per un bellissimo albero di Natale

È tempo di feste

Sanihelp.it Accanto al presepe, l'albero di Natale è uno dei simboli più amati delle feste. Sono in molti a scegliere un abete vero da addobbare come più piace per creare una calda atmosfera natalizia. Ma attenzione a non fare passi falsi sia quando lo si acquista, sia quando, a festività terminata, si tolgono palline e addobbi.

Portarlo a casa qualche giorno prima per farlo ambientare, curare che la terra affinchè sia sempre umida e posizionarlo lontano da fonti di calore dirette. Sono alcuni dei segreti per il perfetto albero di Natale svelati dai tutor del verde di Coldiretti Campagna Amica in occasione dei giorni di festa Immacolata durante i quali tradizionalmente si acquista l’albero di Natale. 

Secondo la Coldiretti prima dell’acquisto è meglio prima misurare accuratamente l’altezza del soffitto di casa, per non trovarsi con una pianta troppo alta, perché all’aperto gli alberi sembrano molto più piccoli che all’interno. Al vivaio o nei mercati di Campagna Amica non bisogna andare alla ricerca di un albero perfetto perché,spiega la Coldiretti, ogni esemplare tende ad avere un lato meno ricco di rami nella parte cresciuta verso nord e poi ricordarsi che si tratta di un albero vivo la cui naturale asimmetria è sicuramente compensata dall’autenticità dello stesso.

Tutte le conifere tendono a perdere gli aghi nella parte interna dei rami ma ciò non significa che l’albero sia vecchio e in ogni caso, per evitare di sporcare macchine e case, chiedere al vivaista di scuotere l’albero per far cadere gli aghi secchi. Meglio portare a casa l’albero, distendendo bene i rami, con qualche giorno di anticipo prima di addobbarlo in modo da farlo adattare al nuovo ambiente.

Una volta a casa bisogna sistemare l’albero in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore, come i termosifoni e al riparo da correnti d’aria, come porte e finestre, al riparo da eventuali forti folate di vento. Meglio anche evitare addobbi pesanti per non spezzare i rami, non spruzzare neve sintetica e spray colorati perché l’albero è vivo e respira, contribuendo ad abbattere gli inquinanti dell’aria domestica. E’ buona norma mantenere la terra umida, ma non eccessivamente bagnata  anche con l’utilizzo di un nebulizzatore, da usare anche sui rami solo però se non ci sono luci o fili elettrici.

Terminato il periodo natalizio se l’albero acquistato ha buone radici può essere posizionato, ricorda la Coldiretti, all’esterno sul balcone o piantato in giardino, considerando però che si tratta di una pianta che può crescere anche fino a 15- 20 metri e che quindi ha bisogno, se lo si tiene sul terrazzo o sul balcone, di un vaso molto grande. Si tratta poi di una pianta montana che non sopporta temperature troppo elevate e il sole cocente diretto. Serve quindi una posizione che sia raggiunta dal sole ma comunque ombreggiata e nel periodo caldo occorre prevedere abbondanti innaffiature.

Se non si ha spazio dove piantarle l'abete oppure non si ha il modo di dedicargli le giuste attenzioni durante tutto l'anno, allora è possibile donarlo ai centri di raccolta indicati dai vivaisti, dai Comuni, dal Corpo forestale dello Stato o in alcuni mercati di Campagna Amica che provvederanno a ripiantarlo. Va da sè che è da evitare l'acquisto di alberi che non abbiano le radici: rappresentano un inutile danno per l'ambiente visto che sono destinati a morire dopo aver fatto  bella mostra in casa durante il priodo natalizio.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...