HomeNewsI vantaggi dell'allattamento al seno

I vantaggi dell’allattamento al seno

Sanihelp.it – Fin dal primo giorno dopo il parto, ed a volte anche prima dello stesso, la mammella inizia la propria funzione per quanto concerne la produzione di latte.
Nei primi giorni si ha, in realtà, la produzione di quello che viene definito colostro, la cui caratteristica principale è di avere un alto contenuto di proteine, addirittura superiore a quello del latte maturo. La produzione di colostro è modesta nel primo giorno dopo il parto (50 – 60 ml.), mentre arriva a 200 ml. all'inizio della montata lattea.

In circa dieci, quindici giorni, avviene la modificazione del latte da colostro a latte maturo. Quest'ultimo contiene proteine (caseina, lattoalbumina, lattoferrina, immunoglobuline ecc.), grassi (acido oleico, acido palmitico, acido linoleico ecc.) e zuccheri, il più importante dei quali è il lattosio.

Una curiosità: il tasso lipidico del latte aumenta nell'ultima fase della poppata, quando il latte diviene quindi più ricco.
I vantaggi dell'allattamento al seno sono molti ed ormai ben noti, per cui, se non esistono condizioni che lo controindichino, è bene incoraggiare tutte le mamme in tal senso.

Tra i principali vantaggi ricordiamo i seguenti:
– il latte materno è naturale, specie specifico e pertanto difficilmente allergizzante;
– è sempre sterile ed alla temperatura ideale per il bebé;
– è gratis!!
– favorisce lo stabilirsi di una flora intestinale favorevole alle funzioni digestive del lattante;
– favorisce lo stabilirsi di un rapporto psicologico ottimale madre-bimbo;
– induce l'involuzione dell'utero, con un più rapido ritorno del viscere alle dimensioni precedenti la gravidanza.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...