HomeNewsCome cambia il nostro corpo in gravidanza

Come cambia il nostro corpo in gravidanza

Sanihelp.it – L'aumento di peso è determinato in larga percentuale dalla ritenzione di acqua nei tessuti materni, per azione degli estrogeni, che aumentano l'idrofilia degli stessi. L'edema e quindi il gonfiore degli arti inferiori, in particolare negli ultimi mesi di gravidanza, è invece legato, da una parte, all'aumento della pressione venosa periferica, dovuto alla compressione della vena cava da parte dell'utero che rende più difficile il ritorno venoso e, dall'altra, alla riduzione della pressione colloidosmotica del plasma, vale a dire ad una riduzione della “densità” del sangue, che rende più facile il passaggio di fluidi dai vasi ai tessuti circostanti.
Il sistema cardiocircolatorio subisce in modo particolare profonde modificazioni in gravidanza. Il volume ematico aumenta di 1-1,5 litri, si instaura un'emodiluizione (il sangue diventa “meno denso”) che determina frequentemente un'anemia che, entro certi limiti, è definita come “anemia fisiologica della gravidanza”. La frequenza e la gittata cardiaca aumentano, mentre la pressione arteriosa è in genere lievemente diminuita.
Negli ultimi tre mesi di gravidanza, la pressione arteriosa è fortemente influenzata dalla posizione. In particolare, la posizione supina può determinare la compressione della vena cava ascendente, con una riduzione del ritorno venoso al cuore e, quindi, una riduzione della gittata cardiaca e della pressione arteriosa.
Proprio per questo motivo, è comune esperienza delle donne nell'ultimo trimestre di gravidanza trovare beneficio nel dormire sul fianco, rispetto alla posizione supina, eliminando in tal modo la compressione sulla vena cava e favorendo contemporaneamente l'afflusso di sangue alla placenta e quindi il benessere del proprio bambino.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...