HomeNewsL'uso di antidepressivi può ridurre la fertilità maschile

L’uso di antidepressivi può ridurre la fertilità maschile

Sanihelp.it – L’uso di alcuni tipi di antidepressivi, in particolare gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, possono incidere sulla fertilità maschile: è quanto sostiene uno studio presentato al 64.mo meeting dell’ American Society for Reproductive Medicine a San Francisco.

Gli autori dello studio hanno notato come l’utilizzo di antidepressivi appartenenti a questa specifica classe, aumenti la frammentazione del DNA degli spermatozoi e studi precedenti hanno dimostrato come anomalie nel DNA spermatico possono aumentare anche di cinque volte il rischio di infertilità maschile.

Gli studiosi hanno seguito 35 uomini che per 5 settimane hanno assunto paroxetina, un antidepressivo della classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.
La prima settimana hanno assunto il farmaco, una volta al giorno, alla dose di 10 mg, alla dose di 20 mg la seconda settimana, alla dose di 30 mg la terza e la quarta settimana e di 20 mg la quinta settimana.
È stato esaminato il seme di questi pazienti prima e dopo il trattamento con paroxetina: si è visto che anche uomini che già mostravano una frammentazione del DNA spermatico del 30% prima di iniziare il trattamento farmacologico, dopo la terapia presentano un aumento della frammentazione da 10 a 50 punti percentuali.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...