HomeNewsRischio cancro dopo trapianto di fegato

Rischio cancro dopo trapianto di fegato

Sanihelp.it – Chi si sottopone a trapianto di fegato, i bambini in particolare, hanno una maggiore probabilità di sviluppare un tumore: è quanto sostiene uno studio condotto in Finlandia e pubblicato sulla rivista Journal Liver Transplantation.

I ricercatori sono partiti dal presupposto che, dati alla mano, circa 1 persona su 6 che ha subito trapianto di fegato si ammala dopo una ventina di anni di un qualche tumore.
Gli studiosi, perciò, hanno seguito 540 pazienti che hanno subito trapianto di fegato fra il 1982 e il 2005.
Durante il follow-up 36 pazienti hanno sviluppato forme tumorali: un paziente trapiantato di fegato ha un rischio 2,59 volte maggiore rispetto agli altri soggetti di sviluppare tumore.

Il tumore si sviluppa di preferenza nei pazienti che hanno subito l’operazione prima dei 17 anni e le forme tumorali compaiono, in media, da 4 mesi a 17 anni dopo il trapianto.
Chi ha subito trapianto di fegato tende ad ammalarsi con maggiore frequenza rispetto alla popolazione generale, di linfomi della pelle: questi soggetti sembrano più predisposti a tali forme tumorali a causa della terapia immunosoppressiva a cui si sottopongono.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...