HomeNewsTutto il mondo in una tazza

Tutto il mondo in una tazza

Sanihelp.it – Il caffè è la terza bevanda più consumata al mondo dopo l’acqua e il vino. I Paesi scandinavi sono quelli dove si registra il consumo maggiore (circa 10kg all’anno a persona). L’Italia, con i circa 6kg annui pro capite, è uno dei paesi che registra i volumi più alti di consumo (è presente nel 90% delle famiglie italiane) con modalità diverse da quelle degli altri paesi. 
Mentre all’estero, infatti, il caffè è utilizzato come bevanda per accompagnare i pasti, nel nostro paese invece il suo consumo è legato a momenti specifici della giornata ed è apprezzato come sostanza che stimola il sistema nervoso. 

I consumatori italiani bevono mediamente almeno una tazzina di caffè al giorno e, in generale, è possibile suddividere i consumi nel modo seguente: 84% a colazione, 53% in tarda mattinata, 28% nel primo pomeriggio, il 24% nel tardo pomeriggio, il 21% a cena o subito dopo cena e solo l’11% beve caffè in tarda serata. 
Più della metà degli italiani (il 57% circa) è solito sorseggiare caffè sia casa che al bar mentre il 29,6% sceglie il consumo esclusivamente tra le mura domestiche. Solo il 2,6% dei consumatori beve il caffè esclusivamente al bar in quanto sostenitore dell’espresso (fonte Plazanet 2006).

Una ricerca realizzata da Ispos-Novaction nel febbraio 2006 ha messo a fuoco quali sono le tipologie di caffè disponibili e le ha messe in relazione con i momenti di consumo e le sensazioni che le persone associano ad essi. Il mercato italiano propone tre diversi tipi di caffè: normale, decaffeinato e istantaneo. Ognuna di queste categorie ha un consumatore ben definito che difficilmente è disposto a sostituire una tipologia con l’altra.

La categoria più ampia è quella di chi sceglie il caffè normale. Per loro il caffè è legato al momento del risveglio, deve avere un aroma intenso e ben definito e deve essere adatto anche per un consumo dopo pasto. Tra questi consumatori si distinguono anche quelli che prediligono nettamente il caffè del bar e amano gustarne più tazze al giorno e gradiscono anche a casa un caffè espresso, le persone che invece sono affezionate ad un particolare tipo di prodotto (che scelgono per la provenienza, per l’aroma o per la cremosità).

Coloro che invece scelgono il caffè decaffeinato sono persone che desiderano evitare la caffeina, perché ritengono possa influire sul loro stato emotivo, ma non vogliono rinunciare a questa bevanda. Ritengono che il decaffeinato sia infatti adatto a tutti e a qualsiasi momento della giornata, anche dopo cena.

Infine, l’istantaneo, nella versione caffè o cappuccino, viene scelto dai consumatori non per la praticità della preparazione ma perché ricercano una bevanda diversa che possa essere consumata anche in momenti non canonici.

Video Salute

Ultime news

Border collie

Border Collie

Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano Abruzzese

whippet

Whippet

Gallery

Lo sapevate che...