Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Pasta e italiani: un amore senza fine

di
Pubblicato il: 23-10-2018

Il 25 ottobre ricorre il World Pasta Day. Gli italiani la amano alla follia la pasta, anche se negli ultimi anni alla tradizionale cottura in acqua si preferisce quella risottata


Sanihelp.it - L’amore fra pasta e italiani non è in discussione: secondo una recente indagine di Doxa per Aidepi tra i primi ricordi dell'infanzia risulta esserci per 9 italiani su 10 la pasta che, in un caso su 2, è rappresentata da un piatto di pasta con il pomodoro.

Siamo i principali consumatori di questo alimento: dati alla mano ne divoriamo 25 kg pro-capite all'anno e ne mangiamo circa 6,5 piatti a settimana.

Qualcosa in questo idillio tuttavia, sta cambiando: sempre più italiani alla tradizionale cottura in acqua preferiscono quella risottata.

Stando ai risultati un sondaggio lanciato da WMF, brand tedesco specializzato in utensili e elettrodomestici da cucina, fra 1200 italiani, questo tipo di cottura piace più di quella tradizionale perché cuocere tutto in un'unica pentola permette di sporcare meno e ridurre i passaggi della preparazione. 

Per un 22% degli interpellati, inoltre, cucinare così conferisce più gusto alla pasta in virtù di una maggiore amalgama degli ingredienti.

 In pratica la pasta viene cotta piuttosto che in acqua bollente, aggiungendo brodo bollente e poi altri condimenti, in particolare verdure, ma anche tonno.

Ci sono preparazioni come per esempio l’amatriciana, che però non sono ottenibili con questo tipo di cottura.

Ma quali sono i piatti di pasta che gli italiani amano di più?

Stando a una classifica recentemente stilata da Just Eat, l’app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, la pasta più amata nel Bel Paese sono gli spaghetti alla carbonara, seguiti dalle tagliatelle al ragù e dalle lasagne.

Fuori dal podio la pasta la forno, che in questa speciale classifica si colloca solo al settimo posto. Un’ultima curiosità: chi proprio non rinuncia alla pasta? Gli uomini!

Sempre secondo il sondaggio precedente confessano di non poter vivere senza pasta il 58% dei maschi intervistati, contro il 42% delle donne.

Che lavoro fanno questi divoratori di pasta? I maggiori consumatori a domicilio sono gli impiegati, (45%), seguiti dai liberi professionisti (18%).



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione - Comunicato stampa

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?