Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumori: prevenzione e terapie

A Palermo ambulatorio per cura della leucemia in gravidanza

di
Pubblicato il: 18-12-2018

Un ambulatorio molto specializzato, nato in seguito a una vicenda a lieto fine riguardante una giovane donna che aveva contratto una leucemia durante la gravidanza


A Palermo ambulatorio per cura della leucemia in gravidanza © iStock

Sanihelp.it - Il primo ambulatorio in Italia per la cura delle leucemie in gravidanza e in età fertile è stato aperto nel reparto di Ematologia del Policlinico di Palermo,  grazie anche a un contributo di 10mila euro che Federfarma ha raccolto nella tradizionale cena natalizia di beneficenza e che quest'anno è stato assegnato all'Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma (Ail). 

L'idea è sorta dopo il primo caso al mondo di parto e guarigione avvenuto proprio a Palermo. 

Marzia M., 32 anni, era affetta da una rara forma di leucemia che avrebbe comportato la necessità di abortire, invece non è andata così: è stata curata nel reparto del Policlinico, diretto da Sergio Siragusa, vicepresidente della Società italiana di Ematologia, ed è riuscita a dare alla luce il suo bambino, che oggi ha sette mesi e mezzo, e proprio in questi giorni ha avuto dai medici la notizia della completa remissione della malattia

Questo dopo essersi sottoposta a una terapia sperimentale senza chemio messa a punto da un ematologo palermitano, il prof. Francesco Lo Coco dell'Università Tor Vergata di Roma. 

Il prof. Siragusa ha spiegato che «il caso della signora Marzia ci ha fatto capire l'importanza di avere una struttura dedicata alle gravidanze: è stata la prima volta in cui si è riusciti a pensare a due pazienti insieme: finora, infatti, si era potuto salvare o la mamma o il bambino». 

Sull’argomento è intervenuta anche la diretta interessata: «A tutte le donne che stanno vivendo la mia esperienza - ha affermato Marzia - dico di non avere paura, di fidarsi dei medici e di avere una forte determinazione a portare a termine la gravidanza. Quando ho saputo cosa mi stava capitando, il mio unico pensiero è stato quello di salvare il bambino. Se sono viva anch'io, lo devo alla mia volontà e alla bravura dei professori Siragusa e Lo Coco e di tutto il reparto. Quindi - ha concluso - sapere che adesso c'è anche un ambulatorio dedicato deve alimentare la speranza delle future mamme».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa salute

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?