Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I consigli degli esperti

Gambe gonfie e pesanti: le soluzioni, dalle creme al laser

di
Pubblicato il: 16-07-2019

Con il caldo gonfiore e pesantezza peggiorano. I cosmetici alleviano i sintomi se applicati con regolarità. Apparecchiature estetiche e trattamenti medici assicurano risultati efficaci e duraturi.


Gambe gonfie e pesanti: le soluzioni, dalle creme al laser © iStock

Sanihelp.it - Poiché l’estate e le ondate di caldo sono spesso sinonimo di gonfiori e gambe pesanti, è il momento perfetto per ritrovare leggerezza e benessere. Si parla di gambe pesanti quando si avvertono disagio e fatica e quando le caviglie sono insolitamente gonfie. Questa sensazione tende ad aumentare durante la giornata, in particolare quando si sta molto in piedi senza camminare. Tra il 25% e il 50% degli europei, fino ad arrivare a un 80% della popolazione ad alto rischio, lamenta il problema delle gambe pesanti con o senza insufficienza venosa cronica.

Il 37% delle persone riporta una sensazione di gonfiore, il 40,9% prova dolore, il 48,9% sente pesantezza. L’insufficienza venosa cronica degli arti inferiori è una delle patologie più diffuse nei Paesi industrializzati. Se non trattata, può generare problemi collaterali: flebiti, vene varicose, trombosi. Eppure il problema delle gambe pesanti viene spesso minimizzato: il 61% delle persone che soffre di disordini venosi non sa di esserne affetto. L’aiuto di un professionista, oltre a piccoli accorgimenti quotidiani, potrebbero migliorare significativamente il problema e soprattutto evitare ulteriori complicazioni. 

I cosmetici aiutano ad alleviare i sintomi. Creme, gel e spray a base di attivi drenanti e protettivi del microcircolo contribuiscono ad aumentare la circolazione superficiale e rinforzare le pareti venose. Si applicano con movimenti circolari dalle caviglie in su ogni volta che se ne sente l’esigenza durante la giornata. 

Sul fronte estetico, il trattamento endermologie riattiva in modo indolore la circolazione venosa e linfatica per risultati più veloci rispetto a un drenaggio linfatico manuale. Questo trattamento allevia la congestione venosa per riacquisire tonicità e sollievo immediato e duraturo. «In qualità di chirurgo vascolare, lo utilizzo per trattare gonfiori ed edemi linfatici degli arti inferiori. Da oltre 20 anni, ho potuto osservare un miglioramento dell’insufficienza venosa e il mantenimento dell’elasticità di derma e ipoderma nel caso di linfedema. Alleato in aggiunta alle calze a compressione graduata e al trattamento delle vene varicose, permette di migliorare il trofismo e ripristinare l’elasticità del tessuti induriti», conferma il dottor Philippe Blanchemaison, specialista di medicina vascolare.

Fondamentale il contributo del flebologo. «Con l’innalzarsi delle temperature, il sistema venoso degli arti inferiori può andare incontro a problemi, quali vasodilatazioni importanti, telangiectasie, vene reticolari, fino ad arrivare alle vene varicose – spiega – afferma Luca Scaramuzzino, specializzando in Chirurgia Generale perfezionato in Flebologia, in occasione del 40° congresso della Società italiana di medicina estetica (SIME) in corso a Roma – Abbiamo potuto constatare come in questi casi, associare la mesoterapia con polinucleotidi alla biostimolazione con laser ha permesso di raggiungere risultati eccezionali dal punto di vista funzionale ed estetico». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Lpg - Sime

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?