Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Post-parto

Così Barbara Tabita ha smaltito i 32 chili della gravidanza

di
Pubblicato il: 03-12-2019

Attività fisica quotidiana e attenzione all'alimentazione hanno permesso all'attrice, diventata mamma ad aprile 2018, di tornare presto in forma.


Così Barbara Tabita ha smaltito i 32 chili della gravidanza © iStock

Sanihelp.it -  Il 6 aprile 2018 l’attrice siciliana Barbara Tabita è diventata mamma per la prima volta, a 43 anni, di una bimba. Una gravidanza che, vista anche l’età, Barbara ha considerato un vero e proprio dono, per quanto non sia stata una passeggiata: «L’attesa di un bimbo è l’esperienza più difficile alla quale un essere umano possa essere sottoposto, fa fare i conti con l’età e gli acciacchi, quelli che già si hanno e quelli che si aggiungono» ha rivelato al magazine Ok salute e benessere.

Pelle assottigliata, macchie sul volto, gambe gonfie, infiammazione del nervo sciatico, noduli alla tiroide, calo della vista e un aumento di peso di 32 chili sono le principali difficoltà che hanno segnato la gestazione di Barbara che, per di più, a passato i nove mesi sotto stretto controllo per via di una serie di attacchi ischemici transitori avuti un paio di anni prima e per i quali ha seguito una quotidiana terapia con iniezioni in pancia. «Alla fine, come ricompensa di tutte queste sofferenze si ottiene un regalo immenso. Il mio si chiama Beatrice» ha voluto evidenziare l’attrice.

Subito dopo il parto si è però subito rimboccata le maniche. «È mio forte convincimento che una donna sia sempre bella, che abbia qualche curva in più o in meno, a patto che sia in salute, ma nel mio caso i chili aggiuntivi erano effettivamente troppi e non sani» ha rivelato. «Come regalo da neomamma ho chiesto una ellittica, cioè uno di quei macchinari da palestra con cui simulare un’attività a metà tra la corsa e lo sci di fondo, e neanche 24 ore dopo il ritorno a casa con la bimba ero già lì a faticare. Mezz’ora al giorno ogni giorno per un anno intero. Non vi dico la fatica, però è tutta una questione di volontà, di nervi saldi e di avere un obiettivo da raggiungere, quello star bene con se stesse che è fondamentale anche per essere una buona madre».

Non ha allattato al seno la figlia: «Siccome avevo poco latte, il pediatra mi ha consigliato di farle fare qualche poppata aggiuntiva di latte artificiale e lei, bevendolo, ha sorriso per la prima volta nella sua vita. Aveva fatto la sua scelta. E, intanto, io ce l’ho fatta a tornare nei miei vestiti e, di nuovo magra, a riprendere la mia vita da attrice. Anzi, da mamma attrice». Adesso si allena con un personal trainer: crossfit e Trx, 40 minuti a seduta due volte a settimana per entrambe le discipline, mentre a tavola segue un regime alimentare «molto naturale» e ha abolito «creme e grassi», ma senza l’aiuto di un nutrizionista.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ok salute e benessere

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?