Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Medicina estetica: i passi per arrivare perfette a Capodanno

di
Pubblicato il: 09-12-2019


Medicina estetica: i passi per arrivare perfette a Capodanno © iStock

Sanihelp.it - Meno di un mese a Capodanno. Per arrivare in forma, viene in soccorso un semplice vademecum sui trattamenti estetici must ask per ovviare ai più comuni inestetismi. Primo step: peeling chimico. Consente di esfoliare la pelle in profondità e stimolare la rigenerazione cellulare. Il viso apparirà rigenerato, fresco, luminoso, con una texture più compatta. Per depurarsi e sgonfiarsi c'è invece la liposcultura alimentare: prevede l’integrazione di un pool di aminoacidi combinati con una specifica alimentazione, permettendo di perdere fino al 10% del peso in pochi giorni.

Chi soffre di borse e occhiaie può ricorrere a un filler di acido ialuronico non crosslinkato e peptidi biomimetici che permettono un miglioramento dell’area duraturo e, soprattutto, visibile: è assorbibile dai tessuti e metabolizzabile in modo graduale e controllato per minimo 14 giorni. Come spiega Sergio Noviello, medico e chirurgo estetico, direttore sanitario di Milano Estetica: «Dopo il peeling, si possono combinare trattamenti specifici come una biorigenerazione, un protocollo schiarente per contrastare l’iperpigmentazione, un filler o un lipofilling».

Anche interventi più impegnativi, come lifting o minilifting, blefaroplastica o mastoplastica additiva (uno tra i ritocchini più richiesti a Natale), devono essere calendarizzati all’inizio del mese, non tanto per i tempi di recupero che, grazie alla moderna tecnica operatoria BAT, sono ridotti di oltre il 70%, quanto per affrontare il cambiamento gradualmente. 

Seconda settimana: botox. Stanchezza, freddo e stress possono causare un’accelerazione dei processi di invecchiamento, con un conseguente aspetto appesantito nelle ultime settimane dell’anno. Per rinfrescare il viso e ridurre le rughe, il trattamento d’elezione è la tossina botulinica: distende i tratti della fronte e dell’area perioculare regalandovi, entro due settimane dalla seduta, un aspetto ringiovanito e riposato. In caso di rughe poco profonde, si può scegliere un protocollo di acido ialuronico a elevato peso molecolare combinato con oligopeptidi biomimetici ad azione botulino simile.

Terza settimana: filler. Grazie all’effetto idratante e rivitalizzante dell’acido ialuronico colmano le rughe, anche quelle più profonde, mantengono una idratazione profonda, ridefiniscono i volumi e il contorno del viso e aiutano a bilanciare e armonizzare i tratti. «I filler, grazie ai diversi pesi molecolari e alle diverse caratteristiche, consentono di ripristinare volume, proiezione e turgore delle labbra, sempre più richiesto anche dalle giovani».

Quarta settimana: detox! Noviello suggerisce lo Skin Detox: attraverso un regime alimentare personalizzato, mantiene sana la pelle e ne previene l’invecchiamento. Il trattamento, a base aminoacidica, riduce la stimolazione insulinica e attiva la produzione dell’ormone GH (GrowthHormon), innescando i meccanismi di lipolisi. Inoltre, integra l’alimentazione con tutti i principi attivi necessari al benessere delle cellule cutanee.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?