Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Novità cosmesi

Rossetti e tinte labbra: colore e protezione 2in1

di
Pubblicato il: 03-03-2020

I nuovi alleati della bellezza delle labbra sono anche degli efficaci difensori della loro salute. Purché si scelga bene. Ecco a cosa fare attenzione.


Rossetti e tinte labbra: colore e protezione 2in1 © iStock

Sanihelp.it - Non bisogna più scegliere tra colore e protezione. Rossetti, balsami, gloss e tinte di ultima generazione, oltre a dare un tocco di colore e personalità al sorriso, contengono tutto ciò di cui le labbra hanno bisogno per affrontare l'inverno con grinta e le giuste difese. 

«Perché un cosmetico per le labbra sia efficace nel proteggere e nutrire la bocca dovrebbe contenere emollienti e oli naturali con proprietà fotoprotettive, cicatrizzanti, lenitive e idratanti come la mandorla, il burro di karitè e l'olio di cocco, che è anche un antiossidante – spiega la nutrizionista di Minerva Research Labs, Vidhi Patel - Dovrebbe anche includere la vitamina E per fornire protezione quotidiana contro i radicali liberi e le aggressioni esterne. La cera d'api è essenziale per le proprietà antinfiammatorie e idratanti. Idrata in profondità, ammorbidisce e crea una barriera impermeabile per bloccare l'umidità. Una miscela di oligopeptidi stimola la sintesi di collagene per labbra più piene».

Fondamentale però la scelta del prodotto giusto. «Alcuni lipstick e lip balm contengono sostanze chimiche a base di petrolati e siliconi, che creano una barriera plastica non traspirante, con il rischio di ostruire i pori e di non nutrire la mucosa: così aumenta la disidratazione - spiega il dottor Fabio Caviggioli, chirurgo plastico e direttore sanitario della clinica Juneco di Milano City Life –. È bene scegliere con attenzione i cosmetici da usare per proteggere, ma anche nutrire, ristrutturare, ridefinire, rimpolpare e aumentare il turgore».

A questo proposito l'associazione Altroconsumo ha condotto un'indagine sulla sicurezza dei rossetti più diffusi. Secondo i risultati, indossano quotidianamente il lipstick due donne su 10, mentre per tutte le altre è un vezzo per le occasioni speciali. Un prodotto che, essendo a contatto con le labbra, può essere ingerito e che, in più, viene applicato più volte al giorno. Dall’indagine è emerso che quasi un terzo dei rossetti analizzati contiene ingredienti potenzialmente rischiosi per la salute. 

Fondamentale quindi scegliere prodotti di alta qualità e leggere bene l'etichetta prima dell'acquisto. Cosa controllare quando si acquista un prodotto per le labbra? Attenzione in particolare agli oli minerali, sostanze che derivano dalla raffinazione del petrolio e sono presenti nella maggior parte dei prodotti analizzati. In etichetta sono nascosti dalle diciture: paraffinum liquidum, paraffin, cera microcristallina, petrolatum, ecc…

Gli oli minerali – come indicato per legge (Reg.CE 1223/2009) – possono essere utilizzati solo se sono stati trattati in modo da privarli di residui pericolosi e sostanze cancerogene. Altroconsumo ha riscontrato nelle proprie analisi che se gli oli minerali non vengono purificati, possono contenere residui di sostanze potenzialmente cancerogene e pericolose se ingerite. L'associazione conclude sottolineano che, anche se espongono a un rischio maggiore di presenza di Mosh e Moah, non si possono – in generale - sconsigliare i prodotti che contengono oli minerali. 

Altroconsumo consiglia dunque di verificare che in etichetta non siano presenti alcuni ingredienti che potrebbero contenere residui a rischio per la salute se ingeriti: Cera Microcristallina o Microcrystalline Wax, Ceresin, Hydrogenated Microcrystalline Wax, Hydrogenated Polyisobutene, Ozokerite, Paraffin, Paraffinum Liquidum, Petrolatum, Polybutene, Polyethylene, Polyisobutene, Synthetic Wax.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?