Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Detersione antismog: la guida per viso e corpo

di
Pubblicato il: 02-03-2020


Detersione antismog: la guida per viso e corpo © iStock

Sanihelp.it - Polveri sottili ed eccesso di gas nocivi immessi nell’aria possono stressare la cute, portando in alcuni casi a un'eccessiva produzione di sebo, in altri a un'intensa secchezza. «Fondamentali una corretta detersione e un’idratazione specifica per il proprio tipo di pelle, da ripetere mattina e sera – raccomanda Giulietta Fargnoli, make up artist ed esperta di bellezza e cura della pelle – Molte donne si dedicano alla skincare serale solo se sono truccate, pensando che l’unica funzione di questo gesto sia la rimozione del make up. Niente di più errato!

Lavando il viso la sera portiamo via tutte le particelle nocive presenti nell’aria che si sono depositate sul viso, ma anche polveri e polline. Per lo stesso principio, nei mesi in cui abbiamo le braccia o le gambe scoperte, sarebbe bene detergere tutto il corpo anche la sera.

Attenzione a non usare acqua troppo calda, soprattutto sul viso. Un calore eccessivo causa non solo la dilatazione dei capillari, da evitare per chi ha pelle sensibile, soffre di couperose o ha la tendenza alla rottura dei capillari sulle gambe, ma è anche un agente aggressivo e può portare a un'eccessiva secchezza. Se la pelle è stressata, secca o sensibile, i movimenti dovranno essere quanto più delicati possibile. Utilizzate i polpastrelli e procedete sul viso con movimenti circolari, che aiutano anche a riattivare il microcircolo.

Per il corpo, scegliete una spugna in fibra naturale delicata, amica della pelle e dell’ambiente, da selezionare in base alle esigenze della pelle. Ottime quelle in carbone per le pelli grasse, buone anche quelle di mare o di bambù. Per struccare il viso, meglio una spugnetta riutilizzabile al posto dei dischetti usa e getta. Utilizzatela solo sugli occhi, per togliere i prodotti più resistenti come mascara, matita ed eyeliner, per il resto del viso vanno bene le mani.

Non dimenticate il tonico. Se ne trovano moltissimi in versione spray, da spruzzare direttamente sul viso, altrimenti mettetene un po’ sul palmo delle mani, come un dopobarba, senza usare dischetti: è più delicato e meno inquinante.

Non dimenticate uno scrub a viso e corpo almeno un paio di volte al mese. Potete crearlo voi usando un olio a vostra scelta (oliva, mandorle, jojoba, avocado) e dei granelli di zucchero di canna o sale grosso, ma anche i fondi del caffè, per un’esfoliazione più soft. Qualsiasi cosa usiate finisce nelle acque e, quindi, nell’ambiente. Meglio utilizzare prodotti che contengano ingredienti naturali e a basso impatto ambientale».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Giulietta Fargnoli (MUA ed esperta di bellezza)

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?