Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

I modi per ridurre sale e zucchero? Sono gli stessi

di
Pubblicato il: 16-03-2020


I modi per ridurre sale e zucchero? Sono gli stessi © iStock

Sanihelp.it - La relazione causale tra consumo di sale, ipertensione e rischio cardiovascolare è ampiamente riconosciuta. Moltissimi studi hanno dimostrato che la riduzione, anche solo moderata, del consumo di sale è associata a calo della pressione arteriosa e attraverso quest’ultima alla prevenzione di un numero significativo di eventi cardiovascolari, in primo luogo l’ictus cerebrale, l’infarto e lo scompenso cardiaco.

Nelle ultime linee guida europee ed americane per l’ipertensione e la prevenzione cardiovascolare la riduzione del consumo di sale è al primo posto tra le modificazioni raccomandate dello stile di vita. I dati preliminari presentati al Congresso della Società italiana di nutrizione umana mostrano un’iniziale riduzione del consumo medio di sale in Italia: tuttavia, tale consumo supera ancora i i valori raccomandati dall’OMS.

I risultati hanno mostrato che, mentre è aumentata negli ultimi anni la conoscenza sul corretto uso del sale nell’alimentazione, il comportamento reale degli Italiani è meno soddisfacente e le diseguaglianze sociali esercitano un impatto negativo sulla consapevolezza, particolarmente nell’infanzia e adolescenza.

La Società Italiana di Nutrizione Umana si adopera per il conseguimento dell’obiettivo OMS di riduzione globale del consumo di sale del 30% entro il 2025. Ma anche l’abuso di zuccheri ha contribuito alla sempre più preoccupante diffusione dell’obesità e, al seguito di questa, di ipertensione e diabete, i principali fattori di rischio cardiovascolare. La SINU ha deciso da tempo di affiancare all’invito alla moderazione dell’apporto di sale analogo invito a ridurre il consumo degli zuccheri aggiunti a molti alimenti e bevande consumati al ristorante, al bar o acquistati al supermercato.

In occasione della campagna WASH 2020 (World Action on Salt & Health), si sottolinea come i comportamenti da adottare per ridurre i consumi di sale e di zuccheri siano sorprendentemente simili. Ridurre la quantità di sale e di zuccheri aggiunti in cucina e a tavola. Controllare il contenuto di sale e di zuccheri nell’etichetta nutrizionale. Preferire gli alimenti meno ricchi di sale e di zuccheri aggiunti. Abituarsi gradualmente a un gusto meno dolce e meno salato eventualmente usando aromi e spezie secondo la propria preferenza.

I danni prodotti dall’abuso di sale e di zuccheri si verificano, in parte in maniera evidente (lo sviluppo di sovrappeso o obesità) in parte silenziosamente (la disfunzione endoteliale e l’incremento dei valori pressori), già a partire dall’infanzia e ciò deve indurre a contenere l’abuso dell’una e dell’altra sostanza fin dalle primissime età della vita.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sinu

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?