Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La differenza tra distanza sociale e isolamento sociale

La distanza sociale non equivale all'isolamento sociale

di
Pubblicato il: 07-04-2020

Le misure di contenimento dei contagi da Covid-19 e le conseguenti limitazioni imposte alla vita possono causare un profondo stato di malessere.


La distanza sociale non equivale all'isolamento sociale © iStock

Sanihelp.it - L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha completamente stravolto le nostre vite, generando preoccupazioni, ansia e paure. Ma prevenire una crisi di salute pubblica non dovrebbe crearne un’altra.

Per rallentare la diffusione del Covid-19, i paesi di tutto il mondo hanno adottato l’allontanamento sociale, tuttavia il nome dato a questa buona pratica è improprio. Un termine più preciso invece potrebbe essere ‘distanza geografica’. Le misure attuali, infatti, comportano solo l’essere separati dalle altre persone, non essere socialmente isolati da loro.

Questa differenza, fa la differenza… scusate il gioco di parole. L’isolamento sociale del resto, ha ripercussioni ben note e gravi sulla salute, come dimostrano diversi studi. Secondo una ricerca condotta dalla psicologa Julianne Holt-Lunstad le persone che bevono sei o più bevande alcoliche al giorno hanno un rischio di mortalità inferiore rispetto alle persone che sentono di essere socialmente isolate. Lo stesso vale per l'obesità, l'inquinamento atmosferico e la mancanza di esercizio fisico. Inoltre l’isolamento sociale è associato a depressione e disadattamento generale. Non a caso, secondo un altro studio, le persone felici sono quelle con una connessione sociale più forte con gli altri.

Le persone sono più felici anche quando possono fare qualcosa per gli altri piuttosto che per se stesse. Una ricerca condotta in diversi paesi, ad esempio, ha dimostrato che spendere soldi a beneficio di altre persone porta a una felicità maggiore rispetto a spendere soldi per se stessi. Un altro studio invece ha rilevato che aiutare gli altri facendo volontariato aumenta la sensazione che la propria vita sia significativa.

In generale quindi si può affermare senza timore di essere smentiti che la connessione sociale dà senso alla nostra esistenza. La connessione sociale è un’esigenza umana fondamentale. È fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere, a prescindere da dove siamo o dove siamo nati e cresciuti.

Stare separati dagli altri non deve significare che siamo disconnessi da loro. Sebbene non sia possibile stare fisicamente con gli altri, possiamo mantenere una connessione con gli amici e i parenti comunicando attraverso le telefonate, le videochiamate, le email, Skype, ecc. Possiamo persino a visitare i musei, assistere a spettacoli e seguire lezioni di yoga tutti insieme! In questo modo, la semplice esperienza condivisa può aumentare la connessione sociale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
PsychologyToda

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?