Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute e animali

Gatto: in appartamento o fuori casa?

di
Pubblicato il: 14-04-2020

Si è deciso di adottare un gatto, esaminiamo i vantaggi e gli svantaggi della vita all'aperto o in casa


Gatto: in appartamento o fuori casa? © iStock

Sanihelp.it - La cosa certa è che una risposta univoca non c’è.

Ogni gatto ha un carattere diverso e, in ogni caso, se si adotta un gatto adulto, che ha sempre vissuto all’aperto, chiaramente sentirà il richiamo della passeggiata, mentre un cucciolo sarà più malleabile.

In ogni caso, il gatto è curioso per natura, ha il temperamento dell’esploratore.

Se si ha un giardino recintato non ci sono problemi, basterà permettere al gatto piccole uscite graduali e valutare se l’animale sarà contento o diffidente, se non addirittura pauroso.

L’animale che esce è comunque maggiormente esposto ai pericoli, sia di contrarre infezioni sessuali, sia di nutrirsi di piccole prede che possono trasmettere patologie di vario genere. Le risse tra gatti, il pericolo di contrarre parassitosi, la possibilità che incontri un predatore più grosso di lui e, non ultimo, il traffico, se si abita vicino alla strada, sono altri elementi da tenere in considerazione.

L’altro lato della medaglia è il fatto che, all’aperto, il gatto non si impigrisce, fa attività fisica e può dare sfogo al comportamento istintivo di graffiare, magari la corteccia di un albero, invece che i mobili di casa, inoltre può vedere cose nuove e giocare.

Dopo aver valutato i vantaggi e gli svantaggi di far vivere il gatto all’esterno, bisogna cercare di capire che tipo di ambiente si è in grado di offrirgli. Disponiamo di un giardino sicuro? Ci sono cani che vivono nelle vicinanze? C’è sempre qualcuno in casa che possa aprirgli se vuole rientrare?

Se si decide di fargli vivere una vita più avventurosa di quella che avrebbe sul divano, è necessario prendere delle precauzioni:

Sottoporlo a vaccinazioni periodiche

Sottoporlo a trattamenti antiparassitari e di sverminazione

Fargli applicare un microchip, che permetterà di ritrovarlo più facilmente se si allontanasse troppo da casa

Sottoporlo a sterilizzazione, per evitare che contragga infezioni sessuali o litighi con altri gatti per il territorio o per una gatta

Controllare che in giardino o nelle immediate vicinanze non vi siano piante velenose per l’animale

Non usare prodotti chimici in giardino

Abituarlo a rientrare in casa al tramonto, in quanto di notte i gatti possono essere abbagliati dalle luci delle macchine 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Elisa Brambilla

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?