Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Abbronzatura: le regole per chi ha la pelle chiarissima

di
Pubblicato il: 19-05-2020

Abbronzatura: le regole per chi ha la pelle chiarissima © iStock

Sanihelp.it - In caso di pelle chiara, la più delicata, è necessario preparare la pelle almeno due mesi prima di un'eventuale esposizione solare intensiva. I fototipi I e II sono più vulnerabili all’azione del sole perché più lenti nel produrre melanina.  «I rischi che si corrono sotto il sole sono uguali per qualsiasi tipo di pelle - ricorda Antonino Di Pietro, dermatologo plastico - L’unica differenza è che l’abbronzatura può comparire più lentamente per una pelle chiara e si può essere predisposti a sviluppare eritema solare e scottature più frequentemente.

Fondamentale scegliere una protezione solare con SPF 50. Si può scendere a SPF 30 solo quando l’abbronzatura è omogenea e dorata. Bisogna poi applicare la protezione più volte al giorno, ogni due ore e dopo ogni bagno anche in caso di filtri solari water resistant. Pensare di sdraiarsi al sole intorno a mezzogiorno per abbronzare velocemente la pelle chiara è scorretto, poiché si causano eritemi solari e danni cutanei che a lungo andare posso portare a gravi conseguenze.

Molto performanti le protezioni solari con Plusolina, un complesso attivato da un mix di oli (olio di crusca di riso, olio di karanja, olio di cotone e vitamina E) di innovazione dermatologica italiana. Gli estratti vegetali agiscono come booster naturale contro l’azione negativa dei raggi ultravioletti. Una crema solare con Plusolina è consigliata anche in caso di pelle chiara e sensibile grazie alla delicatezza dei suoi attivi.

L’esposizione al sole deve essere graduale per qualsiasi fototipo di pelle. I melanociti devono avere il tempo di produrre melanina lentamente per evitare la comparsa di eritemi e scottature. Durante i primi giorni si consiglia di non superare i 20 minuti al sole e di idratarsi spesso per rendere la pelle più compatta e resistente ai raggi solari.

Non esistono integratori di melanina specifici per pelli chiare e delicate. Importante è rivolgersi al consulto di un esperto per trovare quali integratori di melanina o per l’abbronzatura possono essere più adatti al proprio tipo di pelle e preferire preparazioni ricche di antiossidanti per ridurre l’azione negativa dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo. Ottimi risultati si ottengono con trattamenti con integratori al picnogenolo, rame e zeaxantina che, oltre a garantire un’azione antiossidante, contribuiscono al processo di tirosinasi, l’enzima che partecipa alla sintesi di melanina».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Antonino Di Pietro

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?