Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Single

Il dating dopo il lockdown

di
Pubblicato il: 02-06-2020

Un'indagine svela come i single hanno affrontato la quarantena: per oltre 6 su 10 i due mesi di reclusione forzata hanno restituito al primo appuntamento il sapore di una volta. E pochi hanno sofferto l'astinenza sessuale.


Il dating dopo il lockdown © iStock

Sanihelp.itCome hanno vissuto la quarantena i single italiani? Il noto servizio di dating online Meetic, lo ha domandato direttamente a 7300 single della community. E ben il 45% di loro ha dichiarato di potersi tranquillamente innamorare online. E infatti il 22 marzo si è registrato il tasso più alto di interazioni di tutto il periodo di lockdown, il cosiddetto peak day: un incremento del 15% tra nuovi iscritti e messaggi in chat, che ha superato anche il Love Sunday, cioè la prima domenica dell’anno (5 gennaio) che storicamente segna sempre numeri da capogiro.

Pochi, solo il 23%, ha patito (o per lo meno lo ha ammesso), l’astinenza sessuale. Quello che è veramente mancato sono famiglia e amici, vita sociale e convivialità. Nonostante tutto però, il 66% afferma di aver mantenuto sempre uno stato d’animo positivo, intenti a concentrarsi su sé stessi (37%), sulle proprie priorità e necessità, a cominciare dall’aspetto sentimentale. Non è un caso quindi se il 12% conferma di aver intrapreso rapporti più profondi e intensi durante la quarantena: tra questi, il 33% delle donne coinvolte ha davvero apprezzato la possibilità di concedersi più tempo per conoscersi a vicenda online prima che dal vivo .

Con l’inizio della Fase 2, il 40% dei single si mostra piuttosto fiducioso: finalmente, pur con tutte le precauzioni dettate dalla particolare situazione, si tornerà a una graduale normalità che non li preoccupa affatto. Ci si incontrerà anche nella vita reale finalmente, sperando di far breccia anche dal vivo e programmare qualcosa di più intimo e duraturo in due. In poche parole, è come se la quarantena avesse restituito al primo appuntamento tutto il suo sapore: a sostenerlo il 63% dei coinvolti nella ricerca, che nel 18% dei casi promette di organizzare qualcosa di veramente speciale.

Il 56% degli intervistati ha vissuto da solo per due lunghi mesi, con tantissimo tempo per riflettere su se stessi. Forse anche per questo sul futuro prevale l’ottimismo: il 57% del campione (con un 66% di sole donne) si aspetta rapporti più sinceri e autentici, quel qualcosa di vero e tangibile che forse manca da troppo tempo. Se per il 42% a contare sono solo le emozioni autentiche, il 60% sostiene apertamente di sentire la necessità di vivere una storia seria, bisogno diventato ancora più forte e sentito a causa della quarantena (come conferma apertamente il 17%).



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
comunicato stampa Meetic

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?