Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disegnami la mascherina

di
Pubblicato il: 03-06-2020


Disegnami la mascherina © iStock

Sanihelp.it - Questa pandemia ha cambiato il corso della nostra vita, fuor di retorica.

I bambini oggi si trovano a familiarizzare con un oggetto, la mascherina che fino a qualche mese fa altro non era che un oggetto di gioco presente nei kit per giocare al dottore.

Nell’ottica di provare a contribuire alla rielaborazione emotiva di questo cambiamento in atto, per i 10 anni dei premi di architettura e design A.prize e D.prize, la rispettiva organizzazione ha lanciato il concorso a premi dprizekids/disegnami una mascherina rivolto ai bambini delle scuole italiane dell’infanzia e primarie, invitati a realizzare un disegno sul tema della mascherina.

I bambini, ai quali sicuramente la creatività non manca come dei veri piccoli designer, dovranno analizzare le mascherine studiandone forma e funzione e dovranno personalizzarla con la leggerezza che li contraddistingue.

I disegni dovranno essere inviati a info@dprize.it entro il 30 giugno

I premi saranno assegnati all’intera classe o alla scuola dei bambini vincitori.
Dettagli e bando su www.dprize.it.

Tre i premi in palio, un giardino verticale e due opere d’arte.

Il giardino verticale, realizzato dalla Verde Profilo, sarà il premio dedicato agli iscritti della scuola materna, e verrà assegnato alla scuola del vincitore.

Il premio sarà installato presso la scuola e in ogni caso sarà nella disponibilità della stessa per devolverlo eventualmente ad Enti benefici.

l premio per la scuola dell’infanzia, da assegnare alle classi dalla prima alla terza, è un’opera d’arte dell’Artista Bonomi, serie Didattica Animali e fiori, mentre il premio di consolazione, per le restanti 2 classi, sarà costituito da una fornitura di pasta De Cecco da 200 Kg che sarà inviata alla mensa della scuola che potrà, eventualmente devolverla ad Enti benefici.

Un’altra opera, sempre dell’Artista Bonomi, rappresenterà il premio per le classi quarta e quinta della primaria mentre il riconoscimento di consolazione, per l’altra classe, sarà costituito da una fornitura di magliette Arena, serie Connection Youth.

Ambassador del concorso: la campionessa di Sci Federica Brignone, lo chef Filippo La Mantia, la food blogger Chiara Maci, il Professor Tognaccini Resp. prep. atletica Juventus FC, l’architetto Fabio Rotella, l’architetto Simonetta Cenci, Assessore di Genova, il coach Dan Peterson, l’attrice Erica del Bianco.
In giuria: il direttore della comunicazione della Ferrari Jane Reeve; il presidente onorario della camera della moda Cavalier Mario Boselli, Alessandra Corrias, direttrice di Operationsmile, l’artista Massimo Catalani, Gregorio Paltrinieri, campione olimpico di nuoto.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio morale di Operationsmile.

Per chi avesse accolto positivamente l’iniziativa, ma avesse trovato qualche titubanza nei piccoli, non si può non rassicurarli con la fiaba appositamente scritta per spronarli da parte dalla scrittrice Fabiola Colabraro:

Il Regno dei bambini-inventori

C’era una volta,
un bellissimo regno, con un mare profondo e cristallino, montagne alte ed innevate, città meravigliose con fontane, monumenti e grandissime piazze dove incontrarsi.
Ma un giorno, il re annunciò che in giro c’era un mostriciattolo incantato che si divertiva a far starnutire tutti con una polvere magica, e quando prendevano a starnutire, non la smettevano più! Altro che il pepe! Ogni volta che le guardie del re lo beccavano a spargere la polverina, quello scompariva in un sonoro «Puff!».
«Mica si può continuare a starnutire!», esclamava infuriato il Re. «Dobbiamo trovare una soluzione!». Allora chiamò a raccolta i suoi consiglieri, e tutti gli suggerirono di fare una legge che avrebbe protetto gli abitanti del regno: ognuno avrebbe dovuto coprirsi il naso e la bocca con un pezzo di stoffa, chiamato mascherina.
Allora al Re venne un’idea grandiosa: siccome la mascherina copriva naso e bocca, e senza faccia non si poteva stare, chiamò a raccolta i suoi messaggeri e li spedì nelle classi delle scuole di ogni angolo del paese con questo messaggio:
«Udite udite! Il Re chiama a raccolta tutti gli i bambini-inventori del regno per progettare e disegnare mascherine, tutte diverse e come le desiderate: le mascherine più belle verranno premiate! Si vince per tutti, non solo per sé: la classe è una squadra, la squadra del Re».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
A.prize e D.prize

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?