Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lockdown: per tante donne, l'occasione per curarsi di più

di
Pubblicato il: 11-06-2020


Sanihelp.it - Il lockdown è stato un periodo difficile per tutti, ma ha lasciato anche qualcosa di positivo: costringendoci ad annullare tutti gli impegni e a restare forzatamente a casa, ci ha regalato molto più tempo per noi stesse. Secondo un'indagine di Oway, azienda italiana specializzata in agricosmetica consapevole e sostenibile, oltre il 91% delle connazionali ha sfruttato le settimane di reclusione per prendersi cura di se stesse, sotto i vari aspetti.

Quasi la metà (49%) si è infatti presa maggiormente cura del proprio corpo facendo attività fisica, grazie anche ai numerosi tutorial caricati giornalmente in Rete, curando la propria alimentazione e regalandosi trattamenti per viso, corpo e capelli.

Uno dei crucci più diffusi è stato quello della gestione dei capelli. A pochi giorni dalla tanto agognata riapertura dei saloni, solo il 13% delle donne si è promossa, sostenendo di aver appreso tutti i segreti del mestiere. La stragrande maggioranza (87%) si è dichiarata insoddisfatta, tra chi si è bocciata (42%) prendendo atto dei propri capelli ormai ingestibili e un 45% che si è fatta andare bene spuntatine e colore home-made finché è rimasta in casa, con la condizione di prenotare una seduta dal parrucchiere prima di riprendere la vita sociale.

Ma cosa ci è mancato maggiormente del nostro hairstylist? Neanche a dirlo, il colore (63%), seguito dal taglio (21%) e dal momento di coccole che ogni seduta rappresenta (16%). Un aspetto, quello delle coccole, che ci è mancato anche in relazione al non poter frequentare il centro estetico di fiducia (48%).

Lo smart working e le continue video call hanno sicuramente salvato la maggior parte delle donne dal lasciarsi andare a tute, capelli raccolti con un mollettone e senza trucco (28%). La cura nell’acconciarsi e nell’abbigliarsi si è riflessa anche nella beauty routine: un quarto dichiara che il tempo dedicato a questo aspetto è, addirittura, aumentato.

La sfida sarà mantenere lo stesso livello di attenzione ora che si sta gradualmente tornando alla frenesia della vita normale. Da migliorare, invece, l’attenzione verso le mani, messe a dura prova dall’utilizzo massiccio di igienizzanti e detersivi aggressivi a cui l’emergenza sanitaria ci costringe: solo il 31% del campione sta trattando accuratamente questa parte scegliendo trattamenti specifici.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Oway

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?