Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Celiachia perché non va sottovalutata

di
Pubblicato il: 02-07-2020


Celiachia perché non va sottovalutata © iStock

Sanihelp.it - La rivista Digestive and Liver Disease ha pubblicato una lettera di ricercatori dell’Università Politecnica delle Marche dove si sottolineano i rischi di una diagnosi ritardata di celiachia, a seguito dell’osservazione del caso clinico di una bambina di 17 mesi per la quale le complicanze hanno rischiato di essere fatali.

Il professor Carlo Catassi – Gastroenterologo Pediatra, Ordinario di Pediatria presso l’Università Politecnica della Marche e membro del comitato scientifico Dr. Schär Institute – tra gli autori della lettera, commenta così la situazione: «Lo scenario delineato dalla pandemia circa l’assistenza sanitaria non è rassicurante: la celiachia si associa normalmente a manifestazioni benigne, che possono però evolvere in complicanze anche fatali se non si interviene tempestivamente, specialmente nel caso dell’età pediatrica. Si aggiunge il fatto che parliamo di una patologia ancora largamente sotto-diagnosticata e che si stima possano essere in questa situazione circa 400.000 italiani».

Al  momento non è possibile definire il rischio COVID-19 specifico per i celiaci non ancora diagnosticati e non adeguatamente trattati, per via dell’impossibilità di identificare questi pazienti nella popolazione generale: maggiori informazioni potrebbero derivare dall’analisi dell’evoluzione dell’infezione in soggetti con autoimmunità celiaca documentata.

Fondamentale, in questo senso, la collaborazione tra scienziati: a questo proposito, dei ricercatori della Columbia University Irving Medical Center americana e dell’Odense University Hospital danese hanno lanciato il progetto »SECURE-Celiac», una piattaforma web nella quale medici di tutto il mondo sono invitati a registrare gli esiti e le condizioni dei loro pazienti celiaci affetti da SARS-CoV-2,anche degli asintomatici individuati dai programmi di screening, al fine di meglio caratterizzare l’impatto del COVID-19 in questi casi . 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Università Politecnica delle Marche

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?