Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dopo il lockdown in molti dal medico estetico.

Medicina estetica, torna la fiducia

di
Pubblicato il: 07-09-2020


Medicina estetica, torna la fiducia © istock

Sanihelp.it - Sono stati mesi in cui l’emergenza ha costretto a cancellare visite, trattamenti e persino interventi già programmati. Ma ora la medicina e la chirurgia estetica sembrano prendersi la rivincita. Dopo la pausa forzata dovuta al Covid 19, infatti, in molti sono tornati negli studi medici per un ritocco, più o meno importante.

Lo dimostrano i dati della ricerca «Pazienti e medicina estetica al tempo del Covid-19», un’indagine realizzata ad aprile fra oltre 8.000 pazienti dai medici del gruppo SecurityMed, un pool di 1250 tra medici estetici, chirurghi plastici, dermatologi e specialisti afferenti alla medicina estetica, di recente pubblicata sulla prestigiosa rivista americana Aesthetic Surgery Journal.

Il sondaggio di SecurityMed, condotto su un campione che rappresenta in modo omogeneo tutte le regioni italiane e riflette la netta prevalenza di donne (94.3%) fra i 46 e i 60 anni, evidenzia che la quasi totalità dei pazienti, il 92,8%, con il ritorno alla normalitàha espresso il desiderio di rivolgersi di nuovo allo specialista: il 45% ha riprogrammato subito i trattamenti e gli interventi relativi agli appuntamenti già fissati pre-Covid mentre il 23,4% si è visto costretto a posticipare tutto per via delle ristrettezze economiche, con percentuali più significative nelle fasce giovani.

Se il 46,9% degli intervistati ha pensato di rivolgersi a medici e chirurghi estetici nelle stesse modalità precedenti il lockdown, il 45,9% invece si è proposto di chiedere al professionista delucidazioni chiare in merito ai protocolli di sicurezza. Ma quali sono le richieste più gettonate nella ripresa? Riguardano soprattutto i ritocchi al viso. Per il 72% delle donne infatti quello che è mancato di più durante il lockdown sono proprio i trattamenti dedicati alla pelle, alle labbra, al contorno occhi.

Dal filler al botulino, sono soprattutto i ritocchi soft i più apprezzati dopo la pandemia. «Al primo posto nelle richieste ci sono gli iniettabili che permettono di dare volume a zigomi e labbra» commenta il dottor Bruno Bovani, chirurgo plastico di Perugia, tra i coordinatori dello studio. «La domanda è rimasta stabile e le persone hanno mostrato fiducia nelle misure di sicurezza che sono state messe in campo e per di più per effetto della pandemia la stagionalità è saltata: visto che in molti non sono andati in ferie, hanno approfittato del periodo estivo per procedure che in genere venivano rimandate in autunno».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SecurityMed

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?