Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Attività fisica

Ad Elisabetta Canalis piace combattere

di
Pubblicato il: 29-09-2020

Krav maga, muay thai e kickboxing aiutano l'ex velina a stare in forma, potenziare la concentrazione e contrastare lo stress.


Ad Elisabetta Canalis piace combattere © rete

Sanihelp.it - Non è un mistero che Elisabetta Canalis abbia una passione per l’attività fisica: nel 2016 aveva anche aperto una palestra con l’ex collega Maddalena Corvaglia. Se prima di approdare in televisione, era dedita all’equitazione e, in particolare, al dressage, una volta appesi gli stivali da cavallerizza al chiodo, ha optato per le arti marziali e gli sport da combattimento: tre anni di krav maga, poi muay thai e kickboxing, che ancora oggi alterna tra Los Angeles e Milano.

«Queste discipline hanno in comune con l’equitazione il costringere chi le pratica a lavorare sulla concentrazione per evitare di farsi male. Se non mantieni il contatto con il cavallo e una seduta corretta, l’animale, imprevedibile e facile allo spavento, può sbalzarti di sella in qualsiasi momento. Esercitandoti nel combattimento la disattenzione può costare un pugno in faccia. Quindi devi liberare la mente e concentrarti sia sul modo in cui l’avversario ti attacca, sia su come ottimizzare le energie senza sprecarle per sostenere venti minuti di assalti» spiega l’ex velina in una recente intervista a Ok salute e benessere.

Sono sport che l’hanno aiutata anche a conoscersi meglio e a contenersi, e li consiglia a chi ha uno «spirito guerriero» come il suo: «Il combattere è un atto che mi viene naturale, per me è un gioco, pesante ma divertente. Quando prendo un pugno, mi viene da ridere. Durante gli sparring – la messa in pratica dei gesti tecnici affrontando un altro atleta – mi sembra di tornare bambina, quando avevo otto anni e giocavo per strada sotto casa di mia nonna insieme con gli amichetti». Così, oltre a tenersi in forma, ha acquisito anche una maggiore sicurezza in se stessa e, durante il lockdown è riuscita a tenere alto l’umore.

Non solo calci e pugni, però. Elisabetta pratica anche pilates perché, ricorda: «Gli sport da combattimento non sono completi per salvaguardare la forma fisica di una donna. Servono anche esercizi più specifici, come, ad esempio, per i glutei».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ok salute e benessere

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?