Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Stile di vita: come influenza il sistema immunitario

di
Pubblicato il: 06-10-2020


Stile di vita: come influenza il sistema immunitario © iStock

Sanihelp.it -  Il professor Massimo Spattini Medico Chirurgo – Specialista in Medicina dello Sport – Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Dietetica, nel suo libro La dieta antivirus – come potenziare il tuo sistema immunitario (Edizioni Lswr), da poco in libreria, parla di come lo stile di vita va a influenzare lo stato di salute.

Nel libro si insiste sul fatto che è proprio scegliere uno stile di vita appropriato capace di fortificare il nostro organismo.  ù

Già Ippocrate nel 400 a.C. diceva: «Se si riuscisse a dare a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico avremmo trovato la strada per la salute», e a questo si dovrebbe aggiungere oggi il rispetto dei ritmi circadiani con la giusta qualità e quantità di sonno e la gestione dello stress che è ormai diventato uno dei problemi maggiori nelle dinamiche delle società moderne.

Un altro aspetto importante è la flora batterica, soprattutto quella intestinale: nell’organismo umano vivono trilioni di microrganismi (microbiota composto da batteri, funghi e virus) che vivono in simbiosi e che collaborano nel difenderci dall’aggressione di microrganismi patogeni.

Questo microbiota produce molecole difensive che competono con i siti di adesione che permettono ai virus di entrare nelle nostre cellule.

Il problema, però, è che il microbiota che è poco variegato ed è formato da microrganismi che si sviluppano in un contesto di eccessiva igiene e di una alimentazione a base di cibo spazzatura che favorisce lo sviluppo di una flora disfunzionale.

Nei tempi recenti, grazie soprattutto agli antibiotici e a una maggiore igiene, nei paesi occidentali sono state debellate o comunque tenuto sotto controllo le malattie da agenti infettivi; per contro invece sono aumentate in maniera esponenziale le malattie croniche degenerative non trasmissibili.

Le malattie croniche formano un vasto gruppo, in grande crescita soprattutto nel mondo maggiormente civilizzato e industriale, che comprende le malattie cardiovascolari, il cancro, il diabete, l’obesità, le malattie respiratorie croniche, le malattie di tipo neurodegenerativo (Alzheimer, Parkinson) e molte altre di tipo autoimmune come per esempio l’artrite reumatoide. è possibile contrastare l’invecchiamento del nostro sistema immunitario, per aiutare il nostro organismo a proteggersi sia da malattie degenerative (legate all’età) sia infettive (come il Covid-19)? 

«Il tasso di declino del sistema immunitario è regola­bile – spiega il dott. Spattini - e può essere influenzato da fattori ambientali di tipo epigenetico, cioè da fattori che possono intervenire modificando l’espressione dei nostri geni. In questo modo si può favorire la produzione di determinate proteine necessarie al corretto funzionamento del sistema stesso». Ecco quindi che uno stile di vita corretto non può prescindere dall’esercizio fisico, che soprattutto negli anziani si associa a livelli più bassi di cito­chine pro-infiammatorie e più alti di antinfiammatorie,
Altro aspetto importante, approfondito nel libro La dieta antivirus, riguarda l’alimentazione. 

«L’eccesso cronico di nutrienti, quindi l’eccesso di calorie, porta a un aumento dell’infiammazione sistemica cronica. Invece la restrizione calorica, portando alla riduzione del grasso viscerale, è un promettente intervento antinfiammatorio e migliora la funzionalità del timo. Purtroppo, fino ad oggi, la restrizione calorica ha mostrato effetti significativi contro l’invecchiamento del sistema immunitario solo nei modelli animali. L’alimentazione ottimale è quindi un fattore determinante per l’invecchia­mento in buona salute e svolge un ruolo significativo nel mantenimento della funzione immunitaria». 

Tra i regimi alimentari che possono aiutare il nostro sistema immunitario, la scelta migliore sembra ricadere sulla dieta mediterranea, soprattutto per gli anziani. «È stato dimostrato – continua il dott. Spattini – un miglioramento delle risposte immunitarie e l’integrazione con probiotici, vitamina D e zinco ha mostrato effetti antia­ging sul sistema immunitario». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
La dieta antivirus come potenziare il tuo sistema immunitario (Edizioni Lswr)

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?